in medio stat mediocritas

“Lei non ha capito niente perché è un uomo medio. Un uomo medio è un mostro, un pericoloso delinquente, conformista, razzista, schiavista, qualunquista.” (Pier Paolo Pasolini)

Flex:”Un uomo medio alza il dito medio allo stadio, durante le manifestazioni politiche dice mediamente centomila vaffanculo o applaude calorosamente coloro che gli stanno vendendo una stufa in primavera dicendogli che porterà refrigerio in estate”.

Non si può contrastare i vincenti. Hanno vinto, cosa ci possiamo fare? L’audience premia il M5S, il Big Mac, Amici della De Filippi e il Gabibbo. Capisco che per i pensanti questo irrita, ma guardate che a strepitare o a tirargli frecciatine rabbiose passiamo noi per sfigati, perché abbiamo perso. Ed è vero. Di fronte all’audience che premia sempre il cornetto Algida in ogni campo del vivere, ci si deve rassegnare (e chiamare il M5S un cornetto Algida non è acido sarcasmo. Lo è proprio, tale e quale, io in tutta onestà non potrei attribuirgli neppure un grammo di valore in più). Diamoci pace, vincono loro, hanno vinto loro.Fuori dal successo dei numeri, però, per fortuna ci è ancora concessa una nicchia dignitosa, e anche bella se ci penso, dove ancora è possibile essere intelligenti.

(Paolo Barnard)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *