Ora @ Labora

E la Chiesa si rinnova, il Papa twitta anche in latino.
Flex:”Verba volant, twitta restant“.

I fedeli felicissimi di poter seguire Papa Francesco sui social network.
Flex:”Ad ogni tweet tanti twitteri…
Che il Tweet sia con voi‘ e ‘Fate Tweet in memoria di me‘, i retweet più gettonati”.

Torniamo per un attimo indietro all’era di Papa Benedetto: la Chiesa cattolica era inondata di scandali. Per fare qualche esempio, nel 2006 la sua Lectio magistralis di Ratisbona aveva suscitato violente reazioni nel mondo islamico. Tre anni dopo è stato il turno delle controversie intorno alla remissione della scomunica al vescovo Williamson e ad altri tre vescovi scismatici della fraternità San Pio X, e nel 2010 la Chiesa è stata travolta da una nuova ondata di accuse di pedofilia e successivamente gli scandali dello IOR e “Vatileaks”. A giugno del 2012, il Vaticano ingaggia Greg Burke, incaricato di gestire “i problemi di comunicazione” e di integrare i molti organi media del Vaticano. Burke stesso ha dichiarato di essere stato assunto “per formulare il messaggio e assicurarsi che venisse recepito da tutti.” “So quello che cercano i giornalisti e di cosa hanno bisogno,” ha detto alla stampa, “e so come finiscono le notizie ai mezzi di comunicazione“.

(Kate Engelhart)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *