peresTroika

Scalfari:”…l’Italia dovrebbe sottoporsi al controllo della Troika“.
Flex:”il diavolo (barbuto) veste Pravda.
Il zelante Renzi lo rassicura: ‘Stai sereno, sono già io un figlio di Troika‘.
Ma il miscredente Scalfari non ci crede:’Figlio ti scarico, ed imploro tuo Padre con le parole di Erodoto: “In pace i figli seppelliscono i padri, in guerra sono invece i padri a seppellire i figli“.

Veniamo alla Troika. Dal colpo di stato del novembre del 2011 che ha portato Mario Monti alla presidenza del Consiglio e che il giornale di Scalfari ha benedetto come il nuovo salvatore della Patria, la Troika è già presente in Italia. Ragioniamo un momento su che cosa è la Troika. Sono dei burocrati del Fondo Monetario Internazionale, della Commissione europea e della Banca centrale europea che si sostituiscono ai governi, dettando un’agenda politica molto chiara: austerità, privatizzazioni selvagge e macelleria sociale per avere manodopera a basso costo da sfruttare per quei grandi complessi industriali di cui fanno gli interessi. Quest’agenda da Mario Monti a Renzi è già in vigore nel nostro Paese, senza che ci sia stato il bisogno delle visite abituali o dei rapporti di controllo come è avvenuto in Grecia, Irlanda, Cipro, Spagna e Portogallo. E’ bastata la zelante sottomissione del governo“. 

(Paolo Becchi, filosofo)

Per me questi sono temi caldi e ne scriverò. Non mi stupisce comunque, perché sappiamo che il partito a cui fa riferimento, che è il partito unico dell’Europa, dell’Euro e della finanza, del Pd euroservo, è ormai il fronte avanzato di questa svendita costante dell’Italia della sua dignità e della sua sovranità alle forze eurocratiche neo-liberiste. Un tempo si sarebbe detto tradimento della patria o anche collaborazionismo, ma non sono più in auge come espressioni. Allora mi sia consentito parlare di tradimento della Costituzione che non prevede la cessione di sovranità della Nazione Italia e sopratutto non prevede la cessione delle chiavi di casa alla Troika e alla dittatura economico-militare del potere eurocratico. E questo tradimento della Costituzione è stato fatto, per ironia della storia, da colui che fino a qualche tempo fa urlava un giorno sì e l’altro pure contro la violazione della Carta da parte dal cavalier Berlusconi. La sua è un’indignazione a giorni alterni. Oggi si è fatto promotore lui di una violazione della Costituzione e in una forma particolarmente volgare.
E’ un figlio di Troika anche Renzi, certo. A parte la battuta, Marx avrebbe detto che gli ex premier sono maschere di carattere del capitale, non hanno una personalità autonoma ma sono emanazioni teocratiche del monoteismo del mercato neo-liberale, sono rappresentanti della finanza europea in Italia e non rappresentanti dell’Italia in Europa. Questo è il punto fondamentale. Sono la continuazione della politica economica europea
”.

(Diego Fusaro)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *