Archivi del mese: settembre 2014

Tutto per profittweet

Non si ferma la corsa dei fallimenti d’impresa: +14% nel secondo trimestre.
Flex:”La doppia faccia del mercato: ci si svuota di imprenditori e ci si riempie di impresari e sigillatori”.

Anche 9 aziende su 10 sottratte alla mafia falliscono.
Flex:”Dal riciclaggio al naufragio, tutto fa inondazioni e sottrazioni di mercato. Sono cose che decapitano”.

Renzi:”Si potrà licenziare con un semplice tweet“.
Flex:”Non bastava il licenziamento a voce.’Fleeeex, a cuccia!’
Nel Job Act “@ilbenservitostaiserenoinunclick#” si riceverà nel re-tweet “confermativo” a caratteri crescenti.@Flex ti deFOLLOWING#!
Proteste dei sindacati che propongono il messaggio privato con sms”.

Squinzi:”Gli imprenditori non si divertono a licenziare”.
Flex:”Per quello attendono i pranzi di concertazione con la Camusso”.

Renzi: “Vado dove le imprese investono”.
Flex:”Pure i gelatai delocalizzano”.

Flex:”Renzi incontra i cervelli italiani della Silicon Valley:”Nell’arancio c’è la vitamina C, buongiorno.”

C’è una lotte di classe in corso, e i lavoratori non stanno vincendo“.
(Bill Mitchell, economista mmt)

Le nazioni europee dovrebbero essere guidate verso un superstato senza che le loro popolazioni si accorgano di quanto sta accadendo. Tale obiettivo potrà essere raggiunto attraverso passi successivi ognuno dei quali nascosto sotto una veste e una finalità meramente economica”.

(Jean Monnet, anno 1952)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

m’indebito (pubblico) d’immenso

Dimenticate il deficit (pubblico), il problema è il debito privato“. (Steve Keen, economista)

Renzi:”Pronto a sfidare i poteri forti”.
Flex:”A ruzzle è imbattibile”.

Flex:”sull’enorme debito privato delle banche finora ha sempre garantito prontamente la BCE. Giocherelloni questi rentiers, preferiscono sempre giocare a bolle speculative e a balle informative. A noi invece, oltre alle bolle e alle balle, ci tocca patire prelievi “forzosi” da parte dei balloni gonfiati destri e sinistri della tecnocrazia, della partitocrazia e della dis-informocrazia. Roba da crazy”.

La mmt lo dice da sempre…
Se lo Stato fa meno spesa pubblica di quanto tassa è il privato che fa piu spesa più di quanto incassa“. (Paolo Barnard)

tendenti al verde

Arriva la nuova banconota da 10 euro
Flex:”Si chiama Pietro”.

Dall’altro lato del mercato monetario si pone l’offerta di moneta. E’ stato provato che l’offerta di moneta dovrebbe essere completamente esogena rispetto alla domanda di moneta e a maggior ragione rispetto alle richieste di circolazione. Essendo sotto il controllo assoluto della BCE impegnata all’inflazione zero, la quantità di Euro deve essere perfettamente scarsa. L’Euro sarà la più scarsa risorsa al mondo. I Trattati Europei stanno avallando la visione che in definitiva il valore di una materia prima dipenda dalla sua scarsità. Il denaro è la più scarsa di tutte le risorse perché la sua offerta può essere fissata a qualsiasi livello coerente con il principio di inflazione attesa uguale a zero“.

(Alain Parguez, anno 1998)

Job Acthung!

Job Act
Flex:”Oltre la flessibilità, la genuflessione”.

Riforma del lavoro, “tutele crescenti in base all’anzianità”.
Flex:”Doveroso garantire un posto fisso a chi è morto”.

Renzi:”Stiamo lavorando moltissimo”,
Flex:”Sennò li licenziano”.

Intanto è spaccatura nel PD tra coloro che difendono il Governo e quelli che difendono il sindacato.
Flex:”Non pervenuta la corrente che difende i lavoratori”.

I leader sindacali chiedono al governo di “ascoltare le parti sociali”.
Flex:”O almeno che faccia finta”.

Renzi:””Sul lavoro vogliamo cittadini tutti uguali”. 
Flex:”Tipo Auschwitz”.

Di fatto, l’unico effetto plausibile dei contratti precari è che essi riducono il potere rivendicativo dei lavoratori e quindi consentono di ridurre i salari. Ma l’idea che abbattendo i salari si esca dalla crisi è anch’essa smentita dai fatti. Lo dimostra la Grecia, che nonostante un vero e proprio crollo delle retribuzioni continua a registrare crescita della disoccupazione e aumenti del debito“. 

(Emiliano Brancaccio – Università del Sannio)

La società dei cravattari

BCE, asta Ltro sotto le aspettative legato a scarsa domanda di credito. (Sole 24 ore)

“Il Pentagono valuta gli scenari di rivolta in Europa”.
E la BCE è pronta con i bazooka finanziari. (Flex)

Fatece largo che passamo noi
speculatori co’ la Borsa a tracolla
semo bankieri titolati in doppio petto
e le democrazie stamo ‘a pignorà
e i poveracci stamo ad affamà

Ma che ce frega
ma che ce ‘mporta
se oltre al lavoro
mercificamo l’acqua
e noi gliè dimo, e noi gliè famo
“er Sub-Prime va remunerato!”
E perciò noi semo quelli
che ve “quotiamo in toto”
Portatece er vino a li castelli
politicanti semo in società.

Ce piacemo che so’ polli
che sò abbacchi e sò galline
perchè sò senza spine
com’è lesso un baccalà!

La società dè li cravattari
la società dello Spread in Bund!
A noi ce piace stà a Piazza Affari
E poi ce piace dè borseggià!

Asta!
Portace ‘n’artro derivato
che noi ve l’affibbiamo
e poi l’ariscuotemo
embè, embè, BCE!

E quanno er debito mbè
è parametrato dall’UE
l’euro ar gozzo mbè
ve fà da strozzo con la BCE
Per un titolo tossico e un BTP breve
miei Cari Allocchi dovete morì dè sete,
dè sete, dè sete. Olè!

(Fiore Ranauro, in arte Flex)

La società dei cravattari in video.

Svitol 2

Approvato il Decreto “Sblocca Italia“.
Flex:”È scritto con succo di prugna”.

Con il decreto “Sblocca Italia” si svelano, dunque, le reali intenzioni del Governo, ovvero la diretta consegna dell’acqua e degli altri servizi pubblici locali agli interessi dei grandi capitali finanziari. Infatti, la strategia governativa, pur ammantandosi della propaganda di riduzione degli sprechi e dei costi della politica mediante lo slogan “riduzione delle aziende da 8.000 a 1.000”, non garantirà certamente l’interesse collettivo ma solo quello economico e di massimizzazione dei profitti delle grandi aziende multiutilities che già gestiscono acqua, rifiuti e trasporto pubblico“.

(Forum Italiano Movimenti Acqua Pubblica)

La seconda fase è quella che segue, il regime vero e proprio. […]la demolizione della ricchezza pubblica (residua) da trasferire alle elites, dei diritti del lavoro per il beneficio di chi vuole pagare un italiano come un cinese, e dell’economia stessa, poiché tali politiche possano solo soffocare la Aggregate Demand (Domanda Aggregata) che è vitale per qualsiasi sistema economico“.

(Paolo Barnard)

tirami PIL uno ad uno

Flex:”Eurozona, la macchina della DePILazione profonda e permanente: perché ti Pelo il Peloponneso. E non solo…”

Per una volta riportiamo il dato dei paesi virtuosi in relazione al debito pubblico.

Algeria 8,6% su pil
Angola 27% su pil
Azerbaigian 11,41% su pil
Botswana 14,99% su pil
Guinea Equatoriale 9,12% sul pil
Haiti 16,59% su pil
Lesotho 5,24% su pil
Namibia 27,15% sul pil
Niger 20,40% sul pil
Nigeria 14,68% sul pil
Arabia Saudita 5,49% sul pil
Zambia 27,98% sul pil

Tutti esempi di stati modello ovviamente. (Fabio Di Lenola, Alza il Pugno)

L’euro non è una moneta, ma un sistema di governo il cui fine è la distruzione del vecchio modello europeo, sostituito da quello della privatizzazione selvaggia e dalla soppressione di ogni residuo welfare state“.

(Diego Fusaro)

I mille e uno giorni…

Renzi presenta il programma dei 1000 giorni.
Flex:”Ogni sera. E ogni sera sono sempre 1000 giorni.
Scartate le ipotesi di ‘uno da leone’, ‘cento da pecora’ e ‘cinquanta da orsacchiotto'”.

“Non si esce con il passo della tartaruga da venti anni di stagnazione”.
Flex:”Ma a pecora”.

“La globalizzazione è una grande opportunità che abbiamo. […] Le multinazionali sono le benvenute in Italia”.
Flex:”Capito piddiota?”

“Io sto con chi si alza presto la mattina e si spacca la schiena”.
Flex:”Ma è dietro”.

“Occorre superare l’art. 18″.
Flex:”A destra”.

“Ridurremo gli ammortizzatori sociali per aumentare le chance di lavoro”.
Flex:”Che è un pò come togliere l’ossigeno a chi sta in apnea a 100 mt sotto acqua”.

“I consumi aumenteranno nel lungo periodo”.
Flex:”Impossibile, siamo già consumati… soprattutto se per abbattere il costo del lavoro si aumenta l’IVA sui generi di prima necessità. “Nel lungo periodo siamo tutti morti”. (cit. Keynes)

Padoan:”Pil ancora negativo nel 2014, risale nel 2015“.
Flex:”Sarà tre volte natale e festa tutto il giorno….”

“Le regole sul lavoro vanno ridotte, ma devono essere chiare”.
Flex:”La semplificazione del lavoratore: lavorare gratis appaga. E in qualsiasi condizione temporale”.

“Il mondo del lavoro è basato sull’apartheid”.
Flex:”Ma questa volta si preferisce il nero”.

“Per creare lavoro serve politica industriale”.
Flex:”E loro hanno Marchionne”.

“sul tema del lavoro non possiamo perdere un minuto in più”.
Flex:”C’è ancora gente che guadagna qualcosa”.

“Per come la vedo io, la sinistra è combattere le ingiustizie, non difenderle”.
Flex:”Per quello si è alleato con Alfano”.

“Non abbiamo paura del voto”.
Flex:”Si è estinto”.

Quanta insistenza sul passato è necessaria per non vedere il presente? Quanto occorre insistere sugli orrori fortunatamente estinti per far sì che la gente non si accorga nemmeno più di quelli oggi dominanti? Quanta foga nel denunciare tutte le violenze che non siano quelle silenziose dell’economia e del mercato! La violenza oggi ha cambiato forma, ma si fa ugualmente sentire: si chiama violenza economica, taglio delle spesa pubblica, precariato, rimozione dei diritti sociali, selvagge politiche neoliberali all’insegna dello “Stato minimo”.

(Diego Fusaro, filosofo)

Inciucio che viene…

Quei giorni perduti a rincorrer consenso
a chiedere primarie e due euro di provento
fra un mese fra un anno
scordati li avrai
piddino che vieni… piddiota che vai.

E tu che con gli occhi così pieni d’ardore
ripeti gli stessi “vaffanculo di cuore”
fra un mese fra un anno
trombati li avrai
nickname che vieni… senza password resterai.

Ardente passione è la Costituzionale
nei divaghi d’agosto o proprio sotto Natale
ci si finge più buoni,
si giura fedeltà
inciucio che vieni… democrazia che va.

(Fiore Ranauro, in arte Flex)

Pilocàl

Crisi, Ocse: “Nel 2014 il Pil italiano in calo dello 0,4%”.
Flex:”L’alopecia economica. La dePILazione più lunga di tutti i tempi. Evidentemente quest’Europa non e poi così tanto sexy.
Dopo prostituzione e droga per far crescere il PIL si pensa all’allevamento intensivo di galline Padoan”.

“Al termine dei mille giorni il diritto del lavoro non potrà essere quello di oggi. Non c’è cosa più iniqua che dividere i cittadini tra quelli di serie A e quelli di serie B” (Matteo Renzi)
Flex:”Tutti serie C”.

Perché la produzione è tanto bassa e l’occupazione così scarsa? La risposta semplice è l’inadeguatezza della domanda, e tutti i dati che abbiamo sono coerenti con questa risposta. Ma le persone tanto coscienziose si rifiutano di accettare questa risposta semplice: … […]…. La ragione di tutto questo in larga parte è politica: dire che è un problema di domanda va contro gli interessi di chi vuole usare la recessione come scusa per smantellare le protezioni sociali“.

(Paul Krugman)