droni e neuroni

Cosa possiamo fare praticamente per mettere fine al terrorismo?
Flex:”Spegnere la televisione”.

Il mondo in effetti è cambiato dopo il 2001, dall’11/9.  Quel fatto ha dato la scusa all’America per passare alla mano militare onde continuare a dominare il mondo, non potendolo più fare con la supremazia economica. In più gli Stati Uniti hanno colto l’occasione per fare un colpo di stato silente in casa, a partire dal Patriot Act, e continuando in maniera strisciante a mutare la loro democrazia in uno stato autoritario “di Sicurezza” nonchè cominciare a distruggere, senza alcuna opposizione da parte del popolo spaventatissimo, interi pezzi del pianeta, paese scomodo dopo paese scomodo. Un altro modo di condurre la 3a GM senza che nessuno tranne le vittime se ne accorga. […] La Libia costituisce la prova migliore della logica imperiale americana. Dopo i bombardamenti massicci e il martirio truculento del vecchio Capo, ecco il caos totale. Arrivano allora i “terroristi”a spazzare bene tutto il territorio. C’è ancora qualcuno che sia in possesso dei suoi neuroni che ancora crede che sti terroristi siano i nemici dell’impero?
Chi è che non ha ancora realizzato che sti “terroristi” siano l’equivalente delle truppe d’infiltrazione (einsatzbgruppen) delle SS Hitleriane?
“.

(Luciana Bohne, counterpounch.org)

Nel frattempo continua il piano privatizzazioni. Pardòn “privazioni”.
ENEL, azioni in vendita (la quota pubblica è solo il 25%).Trenitalia, comparto Frecciarossa venduto ad Hitachi.
Flex:”strategicamente ora conviene svendere anche il comparto sicurezza, visti i pessimi risultati delle intelligence occidentali e nonostante i grandi investimenti in nuove tecnologie militari. LaDRONI e pelanDRONI. L’ISIS si propone come un ottimo acquirente”.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *