Archivi del mese: maggio 2015

pdocchio

“Si intravede la via d’uscita dalla crisi”.
Flex:”Ma è una porta girevole”.

“Come ha notato eufemisticamente Eugenio Scalfari siamo a una democrazia che affida il potere all’esecutivo. Che è ciò che normalmente avviene in ogni dittatura“. (Giorgio Cremaschi)

I prezzi salgono, Italia fuori dalla deflazione. /Secolo XIX)
Flex:”Macroeconomia romanzesca”,

Nessun partito oggi si chiama fascista o partito anti-lavoratori: si chiamano tutti socialdemocrazia“. (Michael Hudson, 1° Summit di Rimini, febbraio 2012)

manifestopi

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Solidificazione

Renzi: “Mi piacerebbe un sindacato unico”.
Flex:”Il FCI, il Fascio Corporativo Italiano”.

Padoan:”Debito italiano è solido”.
Flex:”per questo non dà liquidità”.

Comunque le si valuti, le politiche neoliberiste compromettono istruzione, salute, aumentano le disuguaglianze e riducono le quote di reddito destinate ai lavoratori; di tali effetti non è possibile dubitare“. (Noam Chomsky)

squola itagliani

Scuola, Giannini: “Finalmente si attua l’autonomia”. 
Flex:”…nell’assumere chi dicono loro, a chiamata diretta”.

Renzi ha mandato una lettera ai professori. 
Flex:”Anche l’affrancatura è a carico del destinatario”.

Anche la CEI su crisi Scuola:”Non serve il muro contro muro”.
Flex:”ma semplici aperture favorevoli alle scuole private”.

I partiti comunisti, che godono di una struttura, dove gerarchia e disciplina non sono in discussione, come nelle altre strutture politiche o religiose; titolari inoltre di autorevolezza sui lavoratori, potrebbero venir utili nei momenti più acuti di crisi e di tendenza al disordine, dal momento che in buona sostanza quella rivoluzionaria è diventata una maschera di mera facciata“. (J. Croizier, anno 1974)

murales della favola

Milano, anche i bambini puliscono le scritte dai muri.
Flex:”giusto per abituarsi ai lavori di servitù e non retribuiti del loro prossimo futuro”.

Oggi gli ideali socialisti stanno attraversando il deserto, ma dire che l’idea socialista è morta nel 1989 significa cadere in una tentazione molto comune all’uomo che, avendo una vita breve, tende sempre a pensare che qualche altra cosa muoia prima di lui”. (Josè Saramago)

come tassa il tempo…

Istat:”Dopo 4 anni l’Italia è fuori dalla recessione“.
Flex:”facciamo schifo pure a lei”.

L’Unione Europea e il regime di Renzi non sono riformabili ma c’è chi si adatta a questa condizione, noi invece dobbiamo indicare una alternativa… Il regime investe anche su quello che dovrebbe essere il terreno dell’opposizione decidendo chi deve essere l’opposizione. La sovraesposizione mediatica di Salvini e Landini ne è la conferma. Il regime incentiva la rappresentazione ma attacca la rappresentanza“. (Giorgio Cremaschi)

fiocchi di cotone….

Alfano propone di far lavorare gratis i migranti.
Flex:”regolarizzando il Lavoro Nero”.

Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma. (Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, Articolo 4, anno 1948)

Italy CUM

Mattarella ha firmato l’Italicum. 
Flex:”Però per andare al Quirinale ha preso l’autobus”.

Civati lascia il PD.
Flex:”ma resteranno ottimi amici”.

Mattarella: “Il lavoro sia per tutti, è la Costituzione che ce lo dice”. 
Flex:”Se è per questo ci dava pure il diritto al voto”.

Oggi, voi del Governo e della maggioranza state facendo la «vostra» Costituzione. L’avete preparata e la volete approvare voi, da soli, pensando soltanto alle vostre esigenze, alle vostre opinioni e ai rapporti interni alla vostra maggioranza. Il Governo e la maggioranza hanno cercato accordi soltanto al loro interno, nella vicenda che ha accompagnato il formarsi di questa modifica, profonda e radicale, della Costituzione. Il Governo e la maggioranza – ripeto – hanno cercatoaccordi al loro interno e, ogni volta che hanno modificato il testo e trovato l’accordo tra di loro, hanno blindato tale accordo. Avete sistematicamente escluso ogni disponibilità ad esaminare le proposte dell’opposizione o anche soltanto a discutere con l’opposizione. Ciò perché non volevate rischiare di modificare gli accordi al vostro interno, i vostri difficili accordi interni.Il modo di procedere di questo Governo e di questa maggioranza è stato il contrario di quello seguito in quest’aula, nell’Assemblea costituente, dal Governo, dalla maggioranza e dall’opposizione di allora. Siete andati avanti, con questa dissennata riforma, al contrario rispetto all’esempio della Costituente, soltanto per non far cadere il Governo. Ancora una volta, in questa occasione emerge la concezione che è propria di questo Governo e di questa maggioranza, secondo la quale chi vince le elezioni possiede le istituzioni, ne è il proprietario. Questo è un errore. È una concezione profondamente sbagliata. Le istituzioni sono di tutti, di chi è al Governo e di chi è all’opposizione. La cosa grave è che, questa volta, vittima di questa vostra concezione è la nostra Costituzione”. (Sergio Mattarella, anno 2005)

images-1

Exposto

Expo, il coro dei bambini cambia Mameli: “Siam pronti alla vita”.
Flex:”da precari”.

Mattarella: l’Italia ce la farà.
Flex:”La festa, intende”.

Mattarella: “Il lavoro sia per tutti, è la Costituzione che ce lo dice”.
Flex:”Se è per questo ci dava pure il diritto al voto.

Debito, Tesoro avvia ristrutturazione derivati. Padoan:”Comporterà dei costi”
Flex:”L’italia è in piena deriva(ti) autoritaria”.

… Il Paese è divenuto talmente aperto a tutte le correnti, che non può permettersi più alcuna politica indipendente, nessuna deviazione dal trend imposto dai mercati internazionali… il fatto del governo Berlusconi (1994, nda) è la prova più lampante di questa affermazione: la maggioranza che sorregge un governo che si mette anche brevemente in contrasto con i mercati internazionali si decompone e il governo cade“. (Marcello De Cecco, La Sapienza, Roma)