‘A livella (referendaria)

‘A LIVELLA REFERENDARIA

Quest’anno, il 4 dicembre,
ci sarà l’usanza, per gli italiani
di votare il referendum.
Ognuno l’adda fà chesta crianza,
ognuno adda tené chist’ penziero.

Quest’anno puntualmente in questo giorno,
di importanza e Resistenza,
anch’io ci andrò, per sbarrare il NO
con impavida veemenza.

Certo ‘sto vot é diventato ‘n’avventura.
Madonna! Si ce penzo, e che bruttura!
Ma pò facett’ anem’ e curaggio,
‘a faccia ‘e chi add’ dicere ‘sto tragico presagio.
‘O fatto è chisto, statemi a sentire.
Guardavo tomo tomo ‘o televisore,
buttando un occhio a qualche trasmissione.

Qui si rischia l’involuzione e di buttar per
l’aria i veri cambiamenti
“,

gridava ‘o Presidente,
bello spaparanzat, ’ncopp a ‘na poltrona,
su tutte le reti preminenti.

Che assurdità! ‘Ncap’ a mme penzaie.
Chissà si all’atu munno,
chi av’ scritt ‘a Costituzione,
se sta turcenn a panz’ ed ogni articolazione.

Mentre fantasticavo ‘sto penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e pront me cuccaie, ca sveglia ncopp e l’otte.
Tutto a ‘nu tratto, che veco ‘a dint o scur?
Doje ombre avvicenarse ‘a parte mia.
Penzaje: stu fatto a me mme pare strano,
stongo scetato, dormo, o è fantasia?
At’ ca fantasia, eran due padri e
l’Assemblea Costituente, Piero e Benedetto.
Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro,
cu tanta governant,
venen addu me ca nun cont neint.

Putevano sta’ ‘a me quase ‘nu palmo,
quanno Calamandrei me sussurraie:

Giovanotto non ti meravigliare della
nostra presenza, se siamo qua e perché
si é passata l’indecenza
“.

E’ vero – proseguí Benedetto Croce,
quello che é stato fatto?
E’ chi l’avrebbe detto
.

Ma o vulit capí co’ problema ‘e stu paese
nun é a Costituzione,
ma all’Europa di’ Mercati ‘a devozione.
Trasenn’ sti canciell’ at’ perz’ tutto
‘a vita e puro ‘o nomme
non ve l’avit’ fatt’ ancora chist’ cunto!”

‘A Costituzione é ‘tutta n’ata storia.
Perciò, sentit a nuie, nun facit assaie ‘e restiv’
‘a schiform, nun é chell ca cè vò,
‘sti pagliacciate ‘e fanno i neoliberisti do’ SI,
nuie simm’ seri apparteninn’ a’ o NO!

(Totò Flex)

si e no 2

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Un pensiero su “‘A livella (referendaria)

  1. Fiore è iil mio compare
    e potrò, quindi, anche essere di parte
    ma non mi pare di esagerare
    se dico che queste righe , le ha scritte ad arte….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *