Archivi categoria: Vieni avanti precario

Dialoghi sul mondo del lavoro e la precarietà

20.000 milioni sotto banca

“Padoan, ombrello di 20 miliardi per salvataggio banche”. Il solito Cipputi! (Flex)

Quindi oggi abbiamo imparato che, a fronte di circostanze eccezionali, lo Stato può sforare i parametri di bilancio. In effetti il fallimento MPS è una “circostanza eccezionale”.
Invece la disoccupazione giovanile al 40% e gli imprenditori che si suicidano causa Equitalia so’ cazzate.

P.S.: sono assolutamente favorevole al salvataggio di MPS in quanto cittadina e in quanto correntista, ma insomma, oggi si è sancito un principio. (Cecilia Clementi)

PADOAN BANCHE

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Il velo sopra Berlino

Tirrorismo…

“Il camion di Berlino proveniva dall’Italia”. Il semiasse Roma Berlino.
“Il veicolo trasportava dei ponteggi”. Una strage di Innocenti.
“Prende corpo l’ipotesi che l’uomo catturato non sia quello che ha guidato il camion sul mercatino di Natale”. Ma solo un profugo pakistano arrestato a casaccio. Il vero autista si sarebbe messo i sandali con i calzini bianchi riuscendo così a mimetizzarsi tra la folla e darsi alla fuga.
“La Merkel convoca un vertice sulla sicurezza a Parigi”. Che è un pò come farsi prescrivere la dieta da McDonald’s.
“Alfano arriva a Parigi”. Gli italiani dispersi salgono a due. (Flex)

Mi sa che il camion di Berlino lo telecomandava Putin mentre con l’altra mano pilotava il voto negli Usa. (Cecilia Clementi)

tirrorismo

La coscienza di Zen

Assemblea PD… Dotti, medici e saputelli.

Renzi:”Sono nella fase zen”. Il vuoto è il PD, il PD è il vuoto. Proponendo la riscrittura dell’ I Ching per ingraziarsi il voto dei cinesi alle primarie.

“Le nostre riforme non puzzano”. Perchè le fanno rumorose.

‪”Abbiamo perso per le bufale sul web”. Tipo quella: “Se perdo lascio la politica”.‬

Intanto Giachetti urla: “C’hai la faccia come il culo”. E si girano tutti. (Flex)

speranza renzi

…partenogenesi

Guardiamo il lato positivo, il “nuovo” (si fa per dire) governo non potrà mai addossare le colpe al governo precedente!

I nuovi ministri hanno giurato sulla Costituzione. Dopo averci sputato sopra. Credibili come Gentiloni che giura sui suoi figli.

Salvini:”Gentiloni è il quarto premier non eletto da nessuno”. Chissà mai quale Costituzione ha difeso il 4 dicembre.

Commentando il “nuovo” (si fa per dire) governo Bersani cita Pascoli (pieni di mucche grasse). “E odo forte tra ululati d’odio / il mugghìo di vacca in corridoio“.

I grillini: “Lasciamo questo teatrino”. Vogliono mettersi in proprio.

Beppe Grillo scrive: “Governo fotocopia” E i grillini fanno ctrl c / ctrl v. (Flex)

risrgerò

…sfaccettature

Governo Gentiloni, Avanzi popolo!

Di origini nobiliari, prescelto per rappresentare tutti gli italiani che non hanno bisogno di lavorare per vivere. Studia dai preti e fa il chierichetto, ma da ragazzotto subisce il fascino comunista come tutti i figli dei ricchi, gettando così le basi per la propaganda di Meloni, Grillo e Salvini. E a quei tempi finisce per fare le marachelle con Mario Capanna. Divenuto democristiano fu tra i fondatori de La Margherita, uno dei partiti più florealmente rinsecchiti della storia d’Italia. Fa poi ritorno a sinistra solo dopo essersi assicurato che la sinistra è diventata destra, moderata nell’apparenza, ma nell’animo figlia di Troika (Ulivo, PD).

E’ stato portavoce di Rutelli. Ahò.

Nel 2014 viene scelto come Ministro degli Esteri per la sua capacità innata di annunciare bombardamenti a cazzo mantenendo il suo faccione di simpatico moderato.

Come Ministro degli Esteri ha affrontato molti casi drammatici occorsi ad italiani all’estero: la detenzione dei marò, il rapimento di Greta e Vanessa, l’omicidio Regeni e il tour ucraino di Pupo.
Ecologista militante per conservare l’Eco-sistema, pronto all’utilizzo della base di Sigonella per gli attacchi in Libia con i droni.

È stato ministro delle Telecomunicazioni dell’ultimo governo Prodi. Scelto poi da Renzi per la dimestichezza con i segnali di fumo.

E’ stato anche candidato a sindaco di Roma. Non lo hanno votato nemmeno i frigoriferi.
Pare sia vivo e che abbia accettato l’incarico di fare un governo fotocopia che non faccia assolutamente niente, a parte far rimpiangere Renzi agli elettori pidioti.

Secondo molti, infatti, Gentiloni è manovrato da Renzi. È stato già visto toccare il sedere alla Boschi.

P.S. Se facessero il referendum domani, il No salirebbe alll’80%.

(Flex)

cq5dam.web.738.462

Il PD ha talmente tante correnti alternate che gli serviva un trasformatore. (Flex)

il sogno europeo…

Il sogno di Spinelli genera allucinazioni europee. (Flex)

PIù si vuole €uropa e più si prendono le pagine della Costituzione e le si strappano una ad una. (Luciano Barra Caracciolo)
Chi rottama la Costituzione incenerisce. €uropa Macht Frei. (Flex)

Gli antifascisti folkloristici (SEL, ANPI, Rifondazione Comunista) si contrappongono “sistemicamente” ai fascisti folkloristici (Salvini, Meloni, Forza Nuova, Casa Pound ecc.) ed il folklore di entrambi è utile e funzionale al “lasciar fare” (laissez faire), a liberalizzare il nazi-capitalismo assoluto che utilizza il folkore centrista dei servili governanti neoliberali e fascioliberali passati, presenti e futuri (Bisluscus, PD, 5Stelle). Ed il folklore non è solo locale, è globale. (Flex)

gattopardi

Napolitano: “La Riforma Costituzionale non è un pericolo per la democrazia”. È un vaccino. (Flex)

Ne Il Gattopardo, il giovane Tancredi allo zio principe di Salina spiega che perché tutto resti come prima, bisogna che tutto cambi. Da D’Annunzio a Mussolini fino ai giorni nostri la più brutale conservazione del potere costituito, quando quest’ultimo rischiava di essere messo in discussione, si è sempre presentata come rivoluzione del nuovo. Matteo Renzi rientra perfettamente in questa biografia della nazione. Non c’è nulla di nuovo nella sua controriforma costituzionale. (Giorgio Cremaschi)

Nello “smacchiare il giaguaro” lo si è fatto diventare gattopardo. (Flex)

In vino imbecillitas

“Renzi a Vinitaly”. Fischi per fiaschi. (Flex)

“Mattarella parla di vino e Salvini lo insulta sui migranti”. La diatriba nasce dal dubbi legati ad accertare se il Nero d’Avola sia o meno un immigrato irregolare. (Flex)

Renzi visita anche lo stabilimento di Calzedonia”. E tutti intimissimi a dirgli: Quando Sloggi? (Flex)

Là dove la solitudine finisce, comincia il mercato; e dove il mercato comincia, là comincia anche il fracasso dei grandi commedianti e il ronzio di mosche velenose. (Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85)

ed ora siamo nel vento…

Draghi:”Eurozona vulnerabile a nuovi shock”.
Per gli shock eurofilattici serve il Grande Maestro Vulnerabile. (Flex)

Ci troviamo, molto semplicemente, nella peggiore crisi dopo l’Unità d’Italia: peggiore di quella del 1866, e peggiore di quella del 1929. (Rapporto CER 4/2015)

L’Europa porta “rigore”. E anche rigor mortis. (Flex)

concorso-vignette-UE-2014

giusta causa

Sentenza: “dire al datore di lavoro “Mi hai rotto il cazzo” non è un’offesa”. Così si viene reintegrati per rompersi il culo. (Flex)

Il lavoratore non necessariamente ha diritto ad un salario giusto e dignitoso, (come recita la Costituzione) perchè può “comprare a rate”, Questa è l’evoluzione storico culturale del “profitto”: il lavoratore può essere cliente dell’imprenditore indebitandosi. Questa situazione fa decadere la necessità “solidale” (tra profitto e lavoro) di far progredire le retribuzioni insieme alla produttività (divenuta nel frattempo iper-produttività, grazie alle nuove tecnologie). La liberalizzazione dei capitali (e delle frontiere) ha attribuito poi al profittatore un ulteriore grosso potere di ricatto sul lavoro. “caro lavoratore pretendi salari più alti? Benissimo. io delocalizzo (“libertà di stabilimento”) e tu resti senza lavoro! Dopo di che, se stai senza lavoro per un pò tornerai prima o poi a chiedere lavoro (forse emigrerai a cercar fortuna altrove), magari da qualcun altro a stipendi più bassi”. Questo meccanismo avvantaggia il singolo imprenditore. Ogni imprenditore se potesse non pagare il lavoratore sarebbe contento, perchè vedrebbe immediatamente schizzare verso l’alto i suoi profitti. Piccolo problema (rilevato da Keynes): una cosa che va bene quando la fa uno solo, non necessariamente va bene quando la fanno tutti; infatti nel momento in cui tutti gli imprenditori approfittano dell’opportunità di questo meccanismo “speculativo” dove per il capitale è facile andare dove vuole, (e dove la domanda può essere finanziata prendendo in prestito), succede che tutti vengono via via “pagati di meno” (deflazione salariale). Conseguenza: la domanda cade, come pure le vendite, come pure l’imprenditore localizzato che tenterà anche strade delocalizzate o internettiane!!! Ed il lavoratore diventa sempre più precario, flessibile (Flex) e disoccupato, riserva di disoccupati! La soluzione indotta dal finanz-capitalismo resterà sempre quella di continuare a finanziare a debito. L’accresciuto rischio di non riuscire ad esigere i debiti rende anche il sistema bancario più rigido nell’erogazione dei prestiti all’economia reale (facendo vacillare la positiva solidarietà, dapprima esistente con il mondo imprenditoriale, soprattutto quella con il piccolo imprenditore/artigiano senza più rendite!)… in più sorge il problema di come rendere fruttiferi i debiti “inesigibili”. Il derivato ed altri titoli tossici (conseguenti dell’indebitamento del settore privato), fa sì che il prodotto finanziario “fuffa” (truffa legalizzata) induce da un lato gli indebitati (inclusi gli ignari piccoli risparmiatori) a rischiare sugli alti rendimenti promessi sui derivati, titoli tossici ed altri fondi speculativi (capitalismo casinò con annesso “gratta e vinci” popolari!), dall’altro spinge il sistema finanziario a chiedere “purificazione” nei loro bilanci dissestati. A questo ci pensano gli strumenti (“anche non convenzionali” cit. Draghi) della Banca Centrale (e i governi con indebitamenti e tassazioni sui cittadini ed imprese, già ipertassati e tra essi, molti equitalianizzati). programmi che innescano bolle iper-speculative (a cui fanno da contraltare le note balle governative mainstream), grandi affarismi (grandi opere), acqusizione delle banche di piccolo taglio da parte dei grandi istituti finanziari ed accresciuta schizofrenia ed instabilità finanziaria (Minsky). In questo modo i grandi speculatori (potere elitario sovranazioanale) che gestiscono questi programmi di rifiuti tossico-finanziari si ritrovano ad essere sempre più “ultra-ricchi”, rendendo vassalli i governi (riforme strutturali e governance pro elites) e continuando ad indebitare interi paesi (svendite, privatizzazioni, dismissioni, deindustrializzazioni) la classe imprenditoriale (chemioeconomia, delocalizzazione, scarsa innovazione, caduta investimenti) ed i massacrati lavoratori intermittenti, a chiamata e a voucher (e a sindacalesimi Varoufack!!). Ed il capitalesimo neofeudale ha inizio.
Morale della favola horror: caro bail in, è inutile zoomare ipercriticamente solo sugli esecutivi senza colpire i mandanti ed il loro programma… è un pò come voler far scendere il mafioso dal treno iperveloce o chiedere di licenziare il capostazione (o sostituire il macchinista guidatore) mentre è inserito il “pilota automatico” (cit. Draghi): destinazione: €uschwitz
! (by Flex)

“La strategia della grandi banche d’affari è di impedire che lo Stato emetta moneta a suo piacimento, costringendolo a prendere il denaro a prestito nei mercati finanziari. Nel fare ciò gonfiano l’idea che la moneta di Stato produce inflazione. Ma diceva Baudelaire che il diavolo finisce quando la gente smette di crederci. Oggi il Diavolo è la finanza”. (Michael Hudson, economista – Summit Rimini 2012)