voucherì

INPS: crollano le assunzioni a tempo indeterminato (-32,9%) ed aumentano i licenziamenti (+31%)”. Che sono tipici segnali di ripresa economica da jobs act; infatti i nostri camerieri vanno forte in America ora.

Renzi: “Differenziale lavoratore – imprenditore troppo basso”. Resta inalterato invece il differenziale elettore – facce da culo.

Poletti: “Per la riforma del lavoro serviva una spallata”. E un’inculata, una spallata ed un’inculata, una spallata ed un’inculata e così via fino al jobs act. (Flex)

il sistema finanziario è intrinsecamente instabile; le posizioni ultraspeculative di alcuni agenti economici, sostenute con costanti e elevate posizioni debitorie, porteranno sempre ad un apice di attività in quel settore che prima o poi arriverà sempre a causarne l’implosione. L’unico modo possibile per dare un pò di stabilità ad un sistema siffatto è concedere ampio intervento regolatorio e di politica economica allo Stato. Parte di tale intervento deve consistere in un piano di lavoro garantito che offra un impiego a chiunque sia disponibile accettarlo, e che porti perciò alla piena e buona occupazione in maniera permanente e non ciclica“. (Hyman Minsky)

download (1)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Barack e burattini…

“Obama a cena con Renzi e Benigni“. Barack e burattini.

“Mandiamo militari italiani in Lettonia”. E non ditelo all’articolo 11 della Costituzione.

Difesa, Pinotti:”Militari italiani saranno schierati in Lettonia”. Nel famoso Lettone di Putin.

Gentiloni:”Non è un’aggressione alla Russia”. Anzi, ci faccia sapere se ha bisogno di qualcosa.

Si schifano tanto i confini nazionali e poi si inviano soldati italiani a difendere confini NATO in Lettonia. Emigranti in divisa per l’America. (Flex)

«Per quanto non si possa dire pubblicamente, il fatto che l’Europa per nascere ha bisogno di una forte tensione russo-americana, e non della distensione, così come per consolidarsi essa avrà bisogno di una guerra contro l’Unione Sovietica, da saper fare al momento buono». (Altiero Spinelli, 1948-1969 Diario Europeo, il Mulino 1989. pag. 175)

nobel pace

‘A livella (referendaria)

‘A LIVELLA REFERENDARIA

Quest’anno, il 4 dicembre,
ci sarà l’usanza, per gli italiani
di votare il referendum.
Ognuno l’adda fà chesta crianza,
ognuno adda tené chist’ penziero.

Quest’anno puntualmente in questo giorno,
di importanza e Resistenza,
anch’io ci andrò, per sbarrare il NO
con impavida veemenza.

Certo ‘sto vot é diventato ‘n’avventura.
Madonna! Si ce penzo, e che bruttura!
Ma pò facett’ anem’ e curaggio,
‘a faccia ‘e chi add’ dicere ‘sto tragico presagio.
‘O fatto è chisto, statemi a sentire.
Guardavo tomo tomo ‘o televisore,
buttando un occhio a qualche trasmissione.

Qui si rischia l’involuzione e di buttar per
l’aria i veri cambiamenti
“,

gridava ‘o Presidente,
bello spaparanzat, ’ncopp a ‘na poltrona,
su tutte le reti preminenti.

Che assurdità! ‘Ncap’ a mme penzaie.
Chissà si all’atu munno,
chi av’ scritt ‘a Costituzione,
se sta turcenn a panz’ ed ogni articolazione.

Mentre fantasticavo ‘sto penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e pront me cuccaie, ca sveglia ncopp e l’otte.
Tutto a ‘nu tratto, che veco ‘a dint o scur?
Doje ombre avvicenarse ‘a parte mia.
Penzaje: stu fatto a me mme pare strano,
stongo scetato, dormo, o è fantasia?
At’ ca fantasia, eran due padri e
l’Assemblea Costituente, Piero e Benedetto.
Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro,
cu tanta governant,
venen addu me ca nun cont neint.

Putevano sta’ ‘a me quase ‘nu palmo,
quanno Calamandrei me sussurraie:

Giovanotto non ti meravigliare della
nostra presenza, se siamo qua e perché
si é passata l’indecenza
“.

E’ vero – proseguí Benedetto Croce,
quello che é stato fatto?
E’ chi l’avrebbe detto
.

Ma o vulit capí co’ problema ‘e stu paese
nun é a Costituzione,
ma all’Europa di’ Mercati ‘a devozione.
Trasenn’ sti canciell’ at’ perz’ tutto
‘a vita e puro ‘o nomme
non ve l’avit’ fatt’ ancora chist’ cunto!”

‘A Costituzione é ‘tutta n’ata storia.
Perciò, sentit a nuie, nun facit assaie ‘e restiv’
‘a schiform, nun é chell ca cè vò,
‘sti pagliacciate ‘e fanno i neoliberisti do’ SI,
nuie simm’ seri apparteninn’ a’ o NO!

(Totò Flex)

si e no 2

… gambe corte

RAPPORTO ANNUALE ISTAT 2016

“Aumentano le disuguaglianze”. Eurocraticamente elargite ad una maggioranza. (Flex)

“I laureati in Italia fanno lavori inferiori alle loro competenze”. Il rating del fantacalcio ci dice che 2 su 3 potrebbero allenare l’Inter. (Flex)

Gli intellettualmente disonesti usano le statistiche come gli ubriachi usano i lampioni: non per la luce ma per il sostegno. (Flex)

famiglie senza lavoro in aumento, spesa sociale inefficiente, un minore su cinque è in condizione di povertà, sei giovani su 10 vivono a casa dai genitori, uno su quattro non studia e non lavora. Cresce la disuguaglianza nella distribuzione del reddito e si prevede che nel 2025 il tasso di occupazione resti ai livelli del 2010“.

Rapporto “anale” dell’istat sui giovani e sugli italiani. Ora, forse, sarà noto a tutti che questa non è una crisi, ma una volontà politica di proctologia generalizzata sul ceto (e sulla “ceta” etcetera etcetera) medio basso. (Flex)

PESO ISTAT DISOCCUPAZIONE

conti e riconti…

“Si studiano ipotesi di flessibilità in uscita”. Eutanasia. (Flex)

Renzi::”L’Europa ci riconosce un ulteriore elemento di flessibilità”. Potete rialzarvi un pochino, ma tenetevi sotto i 90,05 gradi. (Flex)

“Nel nuovo Def (documento economico finanziario) spunta l’indice di benessere”. Col medio alzato. (Flex)

vignette-euro

Il vero potere è un’idea. Quella attuale dice che le elites devono ritornare ad avere il controllo e la gestione di tutto. Le masse devono essere messe da parte ed aspettare sapientemente che il bene gli coli addossi dall’alto. L’idea è che il bene deve sempre colare dall’alto verso il basso. La governance “istituzionale” si riforma seguendo tale ideale: la colatura finanziaria, stabilita a livello elitario ed incontestabile, assegna ai governanti marionette il ruolo di gerarchi esecutivi pro grandi busniess. Questo ideale ha un nome “trickle down economics” (effetto gocciolamento) e trova la sua espressione politica nel neoliberismo e nella mano “invisibile” del mercato che rimuove i vincoli sociali e costituzionali antifascisti proprio per rendere assoluto l’effetto gocciolamento dall’alto verso il basso. Ciò ha conseguenze profonde nella società ed in ogni individuo che percepisce l'”effetto gocciolamento” della mano invisibile dietro, in basso. Chiamasi popolarmente effetto vaselina! Il ministro italiano attuale del trickle down (Padoan) ci fa sapere che si sono esaurite le riserve… e che la mano invisibile da oltre 40 anni entra dall’alto a produrre i suoi effetti in basso pretendendo abnegazione, resilienza e sacrificio da parte di tutti. (Flex politologo)

il sogno europeo…

Il sogno di Spinelli genera allucinazioni europee. (Flex)

PIù si vuole €uropa e più si prendono le pagine della Costituzione e le si strappano una ad una. (Luciano Barra Caracciolo)
Chi rottama la Costituzione incenerisce. €uropa Macht Frei. (Flex)

Gli antifascisti folkloristici (SEL, ANPI, Rifondazione Comunista) si contrappongono “sistemicamente” ai fascisti folkloristici (Salvini, Meloni, Forza Nuova, Casa Pound ecc.) ed il folklore di entrambi è utile e funzionale al “lasciar fare” (laissez faire), a liberalizzare il nazi-capitalismo assoluto che utilizza il folkore centrista dei servili governanti neoliberali e fascioliberali passati, presenti e futuri (Bisluscus, PD, 5Stelle). Ed il folklore non è solo locale, è globale. (Flex)

loi travail

Poletti: “Dal Jobs act un risultato straordinario”. Non ci credeva che avrebbe aumentato così tanto la disoccupazione e lo sfruttamento. (Flex) .

Poletti:”In Italia accade molto spesso che su una legge ci sia qualcuno che fa il furbo”. A cominciare da chi stando al governo legifera! (Flex)

Una delle importanti funzioni del fascismo, come caratterizzato dal sistema nazista, è stata quella di rimuovere le obiezioni dei capitalisti al pieno impiego. L’avversione contro la spesa del Governo in quanto tale è superata sotto il fascismo dal fatto che la macchina dello Stato è sotto il controllo diretto di una stretta alleanza tra le grandi imprese e i gerarchi fascisti. La necessità del mito di una “finanza solida”, che serviva ad impedire al Governo di provocare una crisi di fiducia con la sua spesa, viene meno. In una democrazia non si sa come sarà il prossimo Governo. Sotto il fascismo non c’è un prossimo Governo.. ((Michał Kalecki)

calenda…

Renzi:”Calenda nominato Ministro dello Sviluppo Economico”. in pratica lo sviluppo economico è rimandato alla Calenda greca. (Flex)

Riforme, Boschi:”Chi vota NO vota come Casapound”. Che fino a qualche anno fa votava i suoi alleati di governo. (Flex)

L’antifascismo rituale come legittimazione di qualunque schifezza, soprattutto come legittimazione di riforme sotto l’egida di €uscwihtz. (Flex)

B8YnvxJCUAAwyCm

gattopardi

Napolitano: “La Riforma Costituzionale non è un pericolo per la democrazia”. È un vaccino. (Flex)

Ne Il Gattopardo, il giovane Tancredi allo zio principe di Salina spiega che perché tutto resti come prima, bisogna che tutto cambi. Da D’Annunzio a Mussolini fino ai giorni nostri la più brutale conservazione del potere costituito, quando quest’ultimo rischiava di essere messo in discussione, si è sempre presentata come rivoluzione del nuovo. Matteo Renzi rientra perfettamente in questa biografia della nazione. Non c’è nulla di nuovo nella sua controriforma costituzionale. (Giorgio Cremaschi)

Nello “smacchiare il giaguaro” lo si è fatto diventare gattopardo. (Flex)

l’italia che diparte…

“Inail. morti sul lavoro nel 2015: +16%”. Si inizia col voucher fino al posto fisso. (Flex)

Primo Maggio, festa dei precari. Si festeggia dalle ore 08.00 alle 09.00, dalle 12.30 alle 13.30 e dalle 18.00 alle 20.00. (Flex)

È troppo difficile pensare nobilmente quando si pensa a guadagnarsi da vivere“. (Jean-Jacques Rousseau, Le confessioni, 1782/89)

la ripresa