Archivi tag: cantone

…luoghi comuni

Guai not e cantonate varie…

Cantone: “Milano capitale morale”.
Flex:”della ‘Ndrangheta”.

Roma, Marino ritira le dimissioni
Flex:”ritornando sui suoi pasti”.

De Magistris:”Napoli città derenzizzata”.
flex:”Il problema è che rimane Demagistrizzata in una regione Deluchizzata”.

Legge-di-Stabilità-2012-2014

La spoliazione degli enti locali è naturalmente avviata da almeno un quindicennio e vi hanno concorso diversi fattori. Il primo è stato il Patto di Stabilità e Crescita interno, ovvero le diverse misure, annualmente stabilite, per far concorrere gli enti locali agli obiettivi di stabilità finanziaria stabiliti dallo Stato in accordo con l’Unione Europea. Quel patto ha visto in una prima fase una durissima contrazione delle possibilità di assunzione del personale da parte degli enti locali, riducendone drasticamente la qualità del servizio e contribuendo in questo modo a costruire una campagna ideologica sull’inefficienza del “pubblico”; in un secondo momento è finita sotto attacco la possibilità e la capacità di investimento da parte degli enti locali che, con l’alibi di non doversi indebitare, sono stati costretti e ridurre al lumicino le opere da realizzare; infine, nell’attualità, perfino la capacità di spesa corrente trova draconiane limitazioni, mettendo definitivamente a rischio il funzionamento stesso degli enti locali. Classificati da ora in avanti in “virtuosi” e “non virtuosi”, gli enti locali saranno costretti, per entrare nella prima categoria, ad aumentare le tasse locali e le tariffe, a ridurre ulteriormente l’occupazione, a dismettere il patrimonio pubblico e a privatizzare i servizi pubblici locali. (Marco Bersani)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Expò, drinkete e ‘ndrangheta

Vertice Expò, Renzi:«Lo Stato più forte dei ladri».
Flex:”Ti svuota le tasche più spesso e trasferisce il ricavato ai mega grandi ladroni del celoimponel€uropa”.

Renzi:”L’Expò sarà il fiore all’occhiello dell’Italia”.
Flex:”Ma anche l’occhiolino avrà la sua giusta dose di concime”.

Renzi:”Il governo non molla”.
Flex:”Mente pure sulle scoregge”.

Per combattere la corruzione ci si affida a Cantone.
Flex:”… e ci faremo in quattro”.

AL GIP: SI’ DOTTORE, IO CHIEDO L’INTERVENTO DELL’ESERCITO ITALIANO.
Gentile Magistrato, io ho chiesto pubblicamente l’intervento delle Armi della Repubblica in difesa del Paese, nel nome della Costituzione Sovrana del 1948, perché l’Italia è stata aggredita da un Colpo di Stato. E’ semplice Dottore, e Lei converrà:Quando una forza esterna al Paese, in collusione con forze interne, e che non è mai stata legittimata dal voto degli italiani, compie i seguenti atti:

A) Sottrae allo Stato la sovranità monetaria, essenziale a nutrire la Nazione, attraverso il sotterfugio di Trattati Sovranazionali resi incomprensibili al nostro Legislatore e mai legittimati dal consenso del popolo.

B) Esautora interamente il Parlamento Sovrano dalla sua prerogativa legislativa a tutela dei cittadini, per mezzo dei sopraccitati inganni, e lo costringe a rendere conto in primis ad essa e non al popolo sovrano, e lo costringe a legiferare contro l’interesse del popolo.

C) Rende la nostra Costituzione Sovrana sottomessa a sentenze di una Corte straniera mai legittimata dal popolo italiano.D) E come conseguenza di tutto ciò riduce allo stato di servitù economica, di povertà crescente, di disperazione persino un intero popolo, una volta sovrano e ricco, per il profitto di forze elitarie straniere…… questa forza ha compiuto un Colpo di Stato contro il Paese, il quale, per i punti sopraccitati, non è più in grado di usare gli strumenti propri dello Stato democratico per difendersi.E allora, Dottore, Lei converrà che in una tale situazione E’ DOVERE delle Armi dello Stato, che giurarono fedeltà all’Italia, intervenire per difendere il Paese reso servo.

Esse: arresteranno i responsabili complici interni del Golpe, in primis i cittadini Giorgio Napolitano, Giuliano Amato, Mario Monti, Romano Prodi, Enrico Letta e Matteo Renzi, fra i molti altri; decreteranno l’abolizione dei Trattati di cui sopra; restituiranno al Paese la piena sovranità monetaria, parlamentare, e costituzionale. Credo che siamo d’accordo su tutti i punti, Dottore. Si difenda la Costituzione del 1948, si difenda il popolo italiano, si difendano i nostri figli.

(Paolo Barnard)