Archivi tag: conn hallinan

il senza fine giustifica i mezzi

159109_600

Berlino. incontro rispettoso Merkel Tsipras
Flex:”Non c’era neanche il muro”.

Merkel “Vogliamo che la Grecia cresca e diventi forte”.
Flex:”come per tutti i maiali prima di macellarli”.

Tsipras:”Il mio obiettivo non è chiedere soldi…”.
Flex:”ma almeno il biglietto di ritorno”.

I miti sono pericolosi proprio perché si basano più sulla memoria culturale e sui pregiudizi che sui fatti. Dietro l’attuale crisi tra Grecia e Unione Europea [UE] c’è una favola che ha a che fare solo in minima parte con le ragioni per cui Atene e un certo numero di altri paesi dell’UE [a 28 membri] si trovano in profonda difficoltà.Il racconto è una variazione della favola di Esopo sulla formica operosa e la cicala scansafatiche, amante del divertimento, con i “paesi nordici” [ovvero Germania, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Finlandia] nella parte della formica, e con Grecia, Spagna, Portogallo e l’Irlanda in quella della cavalletta.Le formiche – guidate dalla frugale casalinga sveva, la Cancelliera tedesca Angela Merkel – sono sobrie e virtuose mentre le cicale sono spendaccione e corrotte. Si sono cacciate nei guai e ora è il pifferaio che deve pagare.Il problema è che questo mito non ha alcuna connessione con le radici reali della crisi e con le soluzioni che potrebbero essere trovate. Si perpetua, in questo modo, la favola che il debito è colpa dei singoli paesi, piuttosto che della grave crisi nel cuore dell’Unione Europea. (Conn Hallinan)

FacebookTwitterGoogle+Condividi