Archivi tag: crisi

l’aria che tira…

C’è troppo smog nell’aria, ma non c’è da preoccuparsi. E’ l’Italia che si rimette in moto. (Flex)

polveri sottili… polverone politico. (Flex)

Parlare di democrazia pura, di democrazia in generale, di uguaglianza, libertà, universalità, mentre gli operai e tutti i lavoratori vengono affamati, spogliati, condotti alla rovina e all’esaurimento non solo dalla schiavitù salariata capitalistica, ma anche da quattro anni di una guerra di rapina, mentre i capitalisti e gli speculatori continuano a detenere la “proprietà” estorta e l’apparato “già pronto” del potere statale, significa prendersi gioco dei lavoratori e degli sfruttati“. (V. Lenin)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

dis-credit crunch

Padoan:”Il sistema delle banche è solido”. E i risparmiatori lo hanno sentito tutto. (Flex)

Padoan:”La gente non capisce la finanza”. ed è per questo che le clausole bancarie sono intere pagine scritte in piccolissimo. (Flex)

“i banchieri giurano su un codice etico”. Il giuramento di Plutocrate. (Flex)

“[..] La Banca Centrale Europea si è resa conto che il sistema bancario europeo è sostanzialmente fallito. Ci sono banche che funzionano più di altre, ma ci sono banche che hanno buchi che si vedono dalla luna. (…) Come si dovrebbe recuperare un sistema fallito? Molto semplice: il governo fa spesa a deficit, partecipa nella banche fallite o semi fallite con delle azioni ordinarie con diritto di voto, di modo che lo Stato diventa semi proprietario, azionista o co-proprietario di una banca (al fine di tutelare risparmio e sistema creditizio). Cosa invece stanno pensando di fare nell’Unione Europea, soprattutto la BCE (…): si crea un super poliziotto bancario europeo, si chiama UNIONE BANCARIA… prende 150 banche, gli fa gli esami dei libri contabili, la dove ci sono dei buchi grandi che si vedono dalla luna (…) prende gli azionisti, e gli investitori in queste banche, possono anche essere milioni di risparmiatori in tutta europa, e fargli perdere TUTTO quello che hanno. Può sembrare qualcosa di assolutamente incredibile, ma questo e quello che stanno pensando di fare. (…)“.

(Paolo Barnard. anno 2013)

regione eur(opa)

Prodi:”La Germania non rispetta le regole che impone agli altri”. (anno 2015)
“…perchè la Germania è di gran lunga il paese più potente e più forte in europa grazie all’euro”. (Prodi, anno 2011)
Flex:”fatti una domanda, datti una risposta”.

La democrazia esiste dove non c’è nessuno così ricco da comprare un altro e nessuno così povero da vendersi. (Jean Jacques Rousseau)
Flex:”La democrazia esiste dove l’elettore consapevole ha il potere di eleggere un parlamento pienamente sovrano, altrimenti è sindrome di strasburgo”.

DEMOCRAZIA

il LOBBOtico

Flex:”Renzi in Giappone:”cazzata rotante!!!”

Renzi:”L’Italia è ripartita, lo dicono i dati”.
Flex:”…della rettoscopia”

Renzi ai sindaci: facciamo di più per le città.
Flex:”Lui, per esempio, si è dimesso”.

Torna a calare la produzione industriale a giugno sia rispetto al mese precedente dell’1,1%, sia rispetto allo scorso anno dello 0,3%.” (ansa.it)

Renzi a Tokio: “Porteremo riforme fino in fondo”.
Flex:”Tanto ormai non sentiamo più niente”.

Per ripetermi (per l’ennesima volta):una regola di base della macroeconomia è che la spesa è uguale al reddito, che incide sulla produzione e sull’occupazione. La spesa di qualcuno è il reddito di qualcun altro. Ci deve essere la crescita della spesa per far crescere il reddito e la produzione.
Se c’è disoccupazione significa che la spesa totale non è sufficiente a generare abbastanza produzione e quindi posti di lavoro per soddisfare la richiesta di lavoro dei disoccupati. La soluzione è sempre che il governo o aumenti direttamente la spesa per far salire le vendite nel settore privato e stimolare ulteriormente il reddito e/o abbassi le tasse, il che porterebbe ad una maggiore spesa privata…
“. (Bill Mitchell – economista)

n€Ufeudal

Europa, Boldrini: “bisogna fare l’ultimo miglio, bisogna cedere sovranità”.
Flex:”Il Miglio al Verde”.

Ora, non c’è altra via di uscita dall’ “Assurdistan” che non sia la distruzione della camicia di forza da inquisizione, o l’imposizione di una drammatica rivoluzione nelle menti Europee. L’unica strategia nel breve periodo sarebbe stata lanciare un avvertimento: noi siamo pronti a lasciare l’Euro e fare default. Sarebbe stato sufficiente a generare il panico tra governi Europei e mercati. Avrebbero potuto concedere qualsiasi cosa alla Grecia per prevenire il crollo del sistema. Implorare è pura stupidità!

(Alain Parguez, 13 febbraio 2015)

…ansando

Proteste per i licenziamenti all’Ansa”.
Flex:”che, ahimè, non fanno più notizia”.

La mia posizione sul deficit è sempre stata, e rimane, che i deficit, di per sé, non sono né buoni né cattivi. Ci sono momenti in cui non sono solo opportuni, ma anche altamente auspicabili, e ci sono momenti in cui sono inopportuni e pericolosi. Nel corso di una recessione o un periodo di ” stagflazione “, i deficit sono quasi inevitabili, e sono suscettibili di essere costruttivi, piuttosto che dannosi“. (Gardner Ackley)

matita

pdocchio

“Si intravede la via d’uscita dalla crisi”.
Flex:”Ma è una porta girevole”.

“Come ha notato eufemisticamente Eugenio Scalfari siamo a una democrazia che affida il potere all’esecutivo. Che è ciò che normalmente avviene in ogni dittatura“. (Giorgio Cremaschi)

I prezzi salgono, Italia fuori dalla deflazione. /Secolo XIX)
Flex:”Macroeconomia romanzesca”,

Nessun partito oggi si chiama fascista o partito anti-lavoratori: si chiamano tutti socialdemocrazia“. (Michael Hudson, 1° Summit di Rimini, febbraio 2012)

manifestopi

fondelli monetari

Italia, chiari sintomi di ripresa.
Flex:”A trainarla i Compro Oro e i gratta e vinci”.

Renzi: «Né tagli, né aumento tasse». 
Flex:”Solo pizzo. Legalizzato per la troika”.

Date agli sfaccendati qualcosa di utile da fare. La miseria rende ladri, e quelli che per ora sono soltanto dei disoccupati saranno presto anche ladri. È inutile, se non sradicate tali mali, punire i ladri ricorrendo a una giustizia più eclatante che giusta o efficace. In definitiva, voi lasciate che crescano fin da ragazzi in condizioni tali da essere fatalmente destinati ad una vita criminale, poi li punite. In altre parole, punite quei ladri che voi stessi avete creato“. (Tommaso Moro, Utopia, I, p. 31-32) 

Visco rotto

Draghi:”Evitare la deflazione in Europa è una fatica erculea”…
Flex:”…tutti bravi co’ erculeo degli altri”.

Visco:”Errori sulla crisi, trascurata economia Reale”.
Flex:”per salvaguardare l’€urozona dei Valori Monarchici”.

L’attuale debito pubblico italiano si formò tra gli anni ’80 e ’90, passando dal 57,7% sul Pil nel 1980 al 124,3% nel 1994 (oggi è pari al 134,2%). Tale crescita non fu dovuta ad una impennata della spesa dello Stato, che è rimasta sempre al di sotto della media della Ue e dell’eurozona e, tra 1991 e 2005, sempre al di sotto di quella tedesca.

[…] Ci si potrebbe chiedere a questo punto quale fu la ragione del divorzio tra Banca d’Italia e Tesoro. Ce lo spiega il suo autore, l’allora ministro del Tesoro Beniamino Andreatta. Uno degli obiettivi era quello di ‘ABBATTERE I SALARI’, imponendo una deflazione che desse la possibilità di annullare “il demenziale rafforzamento della scala mobile, prodotto dall’accordo tra Confindustria e sindacati”. Infatti, nel 1984 con gli accordi di San Valentino la scala mobile fu indebolita e nel 1992 definitivamente eliminata. Anche oggi, come allora, le presunte “necessità” di bilancio pubblico sono la leva attraverso cui ridurre il salario, in Italia e in Europa. Con la differenza che oggi l’attacco si estende al salario indiretto, cioè anche al Welfare“.

(Fonte Keynes Blog)

Visco (Bankitalia):”L’Italia ha avuto una storia di aiuti europei straordinaria”.
Flex:”Oramai è un visco rotto!”.

Allons enfants de la latrine…

Francia, Valls e la crisi: “LA FRANCIA VIVE DA 40 ANNI AL DI SOPRA DEI PROPRI MEZZI“. (agosto 2014)
Italia, Berlusconi:”Abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità”. (maggio 2010)

Flex:”E cosi Ue Ue Le France segue l’Italia ed i PIGS nell’impossibilità di avere mezzi per mettere a tacere queste manipolazioni di massa ordite dal programma neofeudale delle elites neoclassiche.
Flessibilitè, precarietè, inchiappettè! Allons enfants de la latrine…”.

“Ricordo ancora le urla di giubilo dei piddini/bersaniani all’elezione di Hollande..”I francesi sono gente seria , non come noi italiani che votano Grillo e Berlusconi.”Poveri piddini falliti”.

(Fabio Di Lenola, Alza il Pugno)

Nel secondo quarto del 2014 l’economia francese registra un successo da farsi delle se…. (finisce per ghe). Crescita nazionale a zero, 0, nulla, morta. E qui la cosa si fa interessante per chi, come noi poveri emarginati della MMT, sostiene il valore dei bilanci settoriali (cioè se il gov. mette 10 nel settore privato ma gli toglie 20, il settore privato va in rosso di 10). Hollande ha fatto un taglio alle tasse di 41 miliardi di euro, poi ha approvato un taglio di spesa pubblica di 50 miliardi. Allora, bambini della seconda elementare: se ti regalo 41 ma poi ti tolgo 50, voi ci guadagnate? No! Ci perdete, vero bimbi? Infatti. Francia a crescita zero e sfora il deficit di bilancio (limite 3%) con un 3.8%, e ha una disoccupazione record più una caterva di dati disastrosi nell’economia reale (mentre Renzi per fare bella figura con i suoi padroni non lo sfora il 3%!, poi noi crepiamo, ma almeno facciamo bella figura).

(Paolo Barnard)