Archivi tag: esoneri

Luna PA(rking)

Scivolo per gli statali. A casa con lo stipendio ridotto.
Flex:”Piu che scivolo sembra un calcioinculo.
Anche agli esodati dissero “uscite con uno scivolo”. Li costrinsero a sedersi e al posto dello scivolo li obbligarono alle rapide. La politica non frena la giostra. “Questo è il luna park neoliberale”, dicono, “non c’e alternativa. Il giro, l’uomo medio anche fantozziano, lo paga sempre a caro prezzo”.

Tra il 2007 e il 2011 si sono persi 150.000 posti di lavoro ma è probabile che entro il 2014, anche grazie alla spending review, i travet in meno siano 400.000. A regime le retribuzioni, secondo Gentile (CGIL), perderanno in termini reali (a causa del mancato adeguamento rispetto all’inflazione in questi anni) circa 200 euro mensili.
Tra il 2010 e il 2012 le retribuzioni dei travet non hanno recuperato l’8,1% di aumento dei prezzi che si è registrato nel periodo (insiesme allo scarto tra inflazione programmata e reale che c’e’ stato nel biennio precedente).
La stima per il costo del lavoro tra il 2011 e il 2014 è di un calo di sette miliardi con il passaggio da 169 a 162 miliardi. Ma i dipendenti pubblici non hanno affrontato solo un sacrificio in termine di buste paga reali più leggere. Nel periodo i travet hanno fatto i conti anche con il blocco del turn over (fino a fine 2014 si può assumere solo nel limite del 20% dei lavoratori usciti) e quindi con il calo del personale. Tra il 2007 e il 2011, secondo i dati del Conto annuale della Ragioneria generale dello Stato i dipendenti pubblici sono diminuiti di 150.000 unità (da 3,43 milioni a 3,28 milioni) con un -4,3% ma la diminuzione dovrebbe essere ancora più consistente negli anni successivi con una stima della Cgil di 400.000 lavoratori pubblici in meno tra il 2007 e il 2014. Resta irrisolto inoltre il problema del precariato con circa 200.000, sempre secondo la Cgil, tra contratti a termine, lsu, interinali e collaborazioni nel complesso delle amministrazioni
“.

Volere il rispetto della nostra Costituzione e volere il rispetto per l’UE è come volere la botte imbriaca e la moglie piena (oltre che impossibile è assurdo).I trattati europei violano apertamente la Costituzione italiana, vanno in direzione diametralmente opposta: per la nostra Carta, «scritta da persone che avevano fatto la Resistenza e preso atto dell’anti-socialità di un certo capitalismo», la spesa sociale (deficit) è il “mestiere” dello Stato“.

(Luciano Barra Caracciolo)

FacebookTwitterGoogle+Condividi