Archivi tag: federico caffè

Referenzum

“Il premier Renzi fa sentire la sua voce in Europa”. E’ quella di bufala. (Flex)

“Juncker e Renzi litigano”. Tranquilli è colpa di chi muove i fili. (Flex)

Juncker:”Se salta Schengen, salta l’euro”. Danke Schengen! (Flex)

Renzi: “Se perdo il referendum su riforme lascio la politica”. E stiamo ancora aspettando quell’altro che aveva detto di andare in Africa. (Flex)

Contrariamente a quanto si vuol far credere, le decisioni economiche rilevanti non sono il risultato dell’azione non concordata delle innumerevoli unità economiche operanti sul mercato, ma del consapevole operato di ristretti gruppi strategici in grado di limitare l’offerta ed influire sulla domanda, orientandola a loro piacimento.” (Federico Caffè)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

il PILotato

Padoan: “Il Pil italiano sta accelerando”. (ansa.it)
Flex:”in piena curva”.

Vi è tuttavia, un’ipotesi che mi preoccupa ancora di più: quella di una Sinistra subalterna che, per andare o restare al governo, rimette al passo le forze del lavoro senza ottenere sostanziali trasformazioni economiche. Vorrei aggiungere che, se per miracolo qualche risultato si dovesse raggiungere, ma andasse nel senso di un avvicinamento della nostra situazione a quella, poniamo, della Germania, non è questo il destino che augurerei al mio paese. Si tratta, infatti, di una situazione in cui i lavoratori, pur godendo di un certo benessere, sono in una posizione fortemente subalterna. Non credo, in altri termini, che il risanamento della bilancia dei pagamenti e un riassetto dell’economia, senza l’introduzione di veri elementi di socialismo, sia qualcosa che vale, un traguardo degno di essere indicato alla società italiana. Se ci mettessimo su questa strada, tradiremmo per la seconda volta gli ideali della Resistenza. Non vorrei apparire retorico. Ma tradiremmo l’ideale di costruire un mondo in cui il progresso sociale e civile non rappresenti un sottoprodotto dello sviluppo economico, ma un obiettivo coscientemente perseguito“. (Federico Caffè)

Flex:”Ah che bellu Caffè”.

Obtorto Colle

Flex:”Colle gate! Napolitano firma le dimissioni e torna a casa. Per gli italiani invece la prognosi resta riservata.
Presi per il Colle dalla Troika”.

Napolitano: ‘Il Quirinale è bello, ma è un pò come una prigione.’ 
Flex:”Ma il sapone lo raccolgono gli italiani”.

Anche Papa Francesco ringrazia l'”Illuminato” Napolitano.
Flex:”per il suo notevole contributo politico, volto ad accrescere povertà e miseria in Italia e nel resto d’€uropa “.

La Kyenge vorrebbe un Presidente della Repubblica nero.
Flex:”Guarda caso è la stessa cosa che le augurano Calderoli e Salvini.
“Presidente Nero?” Carminati le ha immediatamente inviato il suo curriculum”.

Da tempo sono convinto che la sovrastruttura finanziario-borsistica, con le caratteristiche che presenta nei paesi capitalisticamente avanzati, favorisca non già il vigore competitivo, ma un gioco spregiudicato di tipo predatorio che opera sistematicamente a danno di categorie innumerevoli e sprovvedute di risparmiatori, in un quadro istituzionale che, di fatto, consente e legittima la ricorrente decurtazione o il pratico spossamento dei loro peculi”. (Federico Caffé – cit. da “Un’economia in ritardo” – 1976)
Flex:”Ah che bellu Caffè”.


Flex:”Morto un GUF, se ne fa un altro”.

La democrazia in Italia è scomparsa quando è andato al governo Mario Monti, designato dai burocrati seduti a Bruxelles, non dagli elettori”.
Più in generale “le democrazie europee sono al collasso totale, indipendentemente dal colore politico dei governi che si succedono al potere, perché sono decise da burocrati e dirigenti non eletti che stanno seduti a Bruxelles. Questa rotta è la distruzione delle democrazie in Europa e le conseguenze sono dittature
“. (Noam Chomsky, 24 gennaio 2014 su rainews)

tra balle e ritmo

Renzi: “La parola del 2015 è ritmo”.
Flex:”La cosa inquietante è che l’anagramma è “morti”.

…quando la parola riforma e riformismo è sempre più spesso usata NON in funzione dell’aumento del benessere delle persone, ma per rimuovere diritti e sicurezze che ostacolerebbero la piena efficienza dei mercati!” (Federico Caffè)

Flex:”Ah, che bellu Caffè”.

Pawel Kuczynski