Archivi tag: fmi

voto a perdere…

“Primarie a Milano, vince Giuseppe Sala ex amministratore delegato di Expo”. Decisivo il padiglione cinese. (Flex)

FMI:”Per uscire dalla crisi gli italiani devono cambiare mentalità”. E dal servilismo adattarsi alla schiavitù. (Flex)

Se si mette l’analisi della finanziarizzazione di Michael Hudson insieme con la mia analisi dell’impatto negativo della delocalizzazione dei posti di lavoro, si capisce che l’attuale percorso economico del mondo occidentale è la strada verso la distruzione. (Paul Craig Roberts)

voto a perdere

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Festa dell’Unità

Lagarde (FMI)”Le istituzioni devono persuadere i cittadini che le assunzioni a tempo indeterminato non ci saranno più”
Filippo Taddei (resp. economico PD): “Dobbiamo abituare la gente che le assunzioni a tempo indeterminato saranno molte di meno, i tempi di lavoro più lunghi…”.
Flex:”Festa dell’Unità d’intenti con FMI e Confindustria”.

Lagarde (FMI):”Per uscire dalla crisi gli italiani devono cambiare mentalità…”.
Filippo Taddei (resp. economico PD):”L’intero mercato è destinato a cambiare e con esso anche gli italiani dovranno cambiare la mentalità…”.
Flex:”oltre che nazione. Non si fa il precario così, alla cazzo!
Sfondo Monetario al servizio di debitori flessibili a tempo indeterminato”.

L’Euro fu creato per imporre austerità, lo smantellamento degli Stati, il dominio della finanza. Esso è, come scrissi, un esperimento di laboratorio che ha una sua logica. La signora Merkel e il signor Hollande hanno chiaro che il signor Varoufakis è l’unico a credere che l’Euro sia stato costruito per il popolo. Il vostro Compagno“. (Alain Parguez, 13.02.2015)

C’era una volta l’Unità…
Unità gennaio 1928

FMI:”Ci vorranno almeno vent’anni per recuperare i livelli di occupazione precedenti al 2008″. (luglio 2015)
FMI:”La riprese è nell’aria”. (aprile 2013)
Flex:”Privatizziamola”.

… costi quel che coste

Il Governo greco fa la voce grossa contro le “istituzioni” di troika
Flex:”La prossima manovra colpirà i salvadanai dei bambini”.

Bruxelles: “Il tempo sta finendo”…
Flex.”..la Grecia non se ne va… dopo la prorpga, chiederanno la surroga”.

“Siamo convinti che una pacifica soluzione della crisi greca sia una condizione necessaria per un nuovo rialzo delle borse… gran parte dei gestori è convinta che un accordo alla fine si troverà con la Grecia e, se non si trovasse, non sarebbe una tragedia per il resto d’Eurozona“. (Bank of America)

FMI sapeva (nel 2010) che il piano di salvataggio avrebbe peggiorato il debito greco… (Attack Italia)

Flex:”Oli garchie… l’europa dei mercati sta all’olio di palma come l’europa nazista sta all’olio di ricino e come l’europa piddiota sta all’olio di vaselina”.

grecia-colonia-del-fmi

chiacchiere e distintivi

Varoufakis:“Intendiamo rispettare tutti gli obblighi nei confronti dei creditori, ad infinitum“.
Flex:”Ogni promessa è debito. I consapevoli invece intendono rispettare un solo impegno: quello di spernacchiare tutti i servitori dei criminali e gli assassini della globorazzìa. Ad infinitum”.

Intanto COOP Adriatica investe comprando 60.000 libri di Landini.
Flex:”bruciando il Capitale”.

Il debito è un’ingiustizia sociale. E l’obbligo di rimborsarlo è un falso “dovere morale“, creato da retaggi ereditati dal passato e storture tutte moderne“. (David Graeber)

«Quello che prima era solo un ristretto insieme di mercati isolati si trasformò in un sistema autoregolato di mercati. Il passo cruciale fu che il lavoro e la terra furono trasformati in merci; ossia cominciarono a essere trattati come se fossero stati prodotti per essere venduti. Naturalmente, non erano davvero merci, visto che o non erano per nulla prodotti (come la terra) o, se lo erano, non erano in vendita (come il lavoro). Eppure mai fu ideata finzione più efficace» (Il sofisma economicistico, intorno a Karl Polanyi – Caillé Alain, Laville Jean-Louis, Maucourant Jérome, Polanyi Karl – Jaca Book 2011)

Chi ha un debito ha un ladro per casa“. (proverbio)

Pillocchio

Renzi:”Che la crescita sia 0,4 o 0,8 o 1,5% non cambia niente dal punto di vista della vita quotidiana delle persone”.
Flex:”110 e Collodi in economia”.

Poiché viviamo in un’economia monetaria, per domandare beni sul mercato è necessario possedere moneta. Si tratta allora di stabilire in quali modi si viene in possesso di moneta. Un primo modo per venire in possesso è ovviamente quello stesso considerato dai neoclassici, e cioè di vendere beni e servizi. Ma a rifletterci bene , questo non è un modo molto significativo di acquisire moneta. Infatti se qualcuno è riuscito a vendere beni, vuol dire che qualchedun altro era riuscito preventivamente ad a procurarsi moneta. Quindi chi dispone di moneta in seguito ad una vendita, non fa che disporre di moneta precedentemente acquisita da altri ; la moneta ha cambiato mano , ma nessuno si è procurato nuova moneta. Quindi non resta che un modo solo per procurarsi moneta senza sottrarla ad altri ; ed è quello di acquisire liquidità direttamente dalle fonti di produzione di moneta, e cioè dal SISTEMA BANCARIO O DAL SETTORE PUBBLICO. SENZA QUESTA ACQUISIZIONE ORIGINARIA NESSUNA DOMANDA PUO’ ESSERE CREATA NEL MERCATO E I SOGGETTI NON POSSONO FARE ALTRO CHE FAR CIRCOLARE MONETA GIA’ INTRODOTTA, PERPETUANDO LA DOMANDA GIA’ ESISTENTE“.

(A. Graziani, economista italiano 1933-2014)

Un grazie speciale a Fabio Di Lenola (Alza il Pugno) per il suo prezioso contributo e dai cui post Flex raccoglie molti degli aforismi e delle frasi illuminanti riguardanti i miti dell’economia eterodossa.

PATATRAssoCK

Il FMI incalza la Grecia, richiede misure addizionali per gli aiuti.
Flex:”di reni ne vogliono due”.

L’austerità continua (11mila licenziamenti e ulteriori tagli agli stipendi pubblici), anche se lo stesso FMI ammetteva di aver commesso errori con la Grecia. 
Flex:”Sbagliando s’impala”.

Cosi scende inesorabilmente il Pil greco.
Flex:”Ci inducono a dimenticare il 3,14″.

Anche se il governo greco fino ad oggi ha sempre sostenuto che non ci sarà bisogno di un nuovo prestito da parte della Troika – da ultimo con il vice premier Evangelos Venizelos che ha dichiarato esplicitamente che „coloro che si aspettano un nuovo Memorandum d’intesa saranno ampiamente disattesi“, il Fondo Monetario Internazionale, riporta Ktg, richiede misure addizionali e scrive come siano necessari nuovi fondi per la Grecia.   Nel suo quinto rapporto sullo stato del „salvataggio“ della Grecia, pubblicato ieri, si legge proprio come un nuovo allegerimento dei debiti greci è essenziale per adempiere agli obiettivi di lungo periodo. La Grecia ha bisogno di nuove misure d’austerità dal valore di 5,7 miliardi di euro per adempiere al gap fiscale 2015 e 2016. Dopo il maggio 2015, il programma greco avrà un buco di 12,6 miliardi di euro e lo scenario estremo è che i capitali necessari alle banche superino i 6 miliardi di euro, di più di quanto stimato dalla Banca di Grecia“.  Proprio per questo e per le difficoltà delle autorità greche di attuare il programma di aggiustamento, il FMI ritiene fondamentale per gli altri paesi della zona euro supportare la Grecia con ulteriori aiuti e allegerimento del debito“. L’organizzazione internazionale, prosegue nel suo rapporto, chiede interventi pesanti su pensioni e lavoro, soprattutto della pubblica amministrazione dove il Fondo Monetario Internazionale vuole una diminuzione dei salari e 11 mila licenziamenti nel 2014 e altri 2 mila nel primo quarto del 2015“. Il Fondo Monetario è preoccupato sul dividendo sociale già dato alle fasce sociali più deboli. Il Fmi vuole che la Grecia assicuri i  “surplus primari” con nuovi salari, pensioni e tagli nel settore pubblico“. 

Equus Canone

Cottarelli (ex FMI) attuale commissario alla spending review caldeggia l’ipotesi del canone Rai nella bolletta elettrica.

Flex:”Un tanto di 80 eurochilowatt al mese. Ho sempre pensato che Cottarelli fosse un Illuminato”.

“Il tutto rafforzato dal pensiero di Friedrich Von Hayek che proponeva di consegnare “le masse ignoranti” nella mani dei giusti illuminati”. (Paolo Barnard)