Archivi tag: germania

…e sti tassi!

Draghi a Berlino: «Noi obbediamo alle leggi, non ai politici». Che fanno le leggi per conto e sotto dettatura dei banchieri. (Flex)

Uno dei concetti più importanti da insegnare in economia è la nozione della “fallacia della composizione”: ovvero, quello che potrebbe essere vero per gli individui non è probabilmente vero per la società nel suo complesso. L’esempio più comune è il paradosso della parsimonia: mentre un individuo può risparmiare di più riducendo la spesa (a consumo), la società può risparmiare di più solo spendendo di più (ad esempio, attraverso gli investimenti). Un altro esempio utile di grande attualità riguarda il deficit di bilancio del governo federale. I politici e i media spesso sostengono che il governo debba mettere in pareggio i suoi conti proprio come una famiglia. Se una famiglia dovesse infatti spendere sempre di più rispetto al suo reddito, dovrebbe infine affrontare un’insolvenza; si è quindi affermato che il governo si trovi in un situazione simile. Tuttavia, un attento esame delle relazioni macroeconomiche mostrerà che questa analogia è errata, e che condurrebbe ad una politica di bilancio improprio. Questo esempio può correggere la fallacia della composizione.” (R. Wray, economista)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

migro e magro

La Francia blocca i migranti per motivi igienici.
Flex:”I migranti invece lamentano la mancanza di bidè”.

La Germania invece riapre le frontiere…
Flex:”…ma prima doccia per tutti”.

Renzi: “Facciamo da soli”.
Flex:”Il solito pippone”.

Emigrazione, Istat:”Gli italiani che emigrano sono il doppio degli stranieri che arrivano”.
Flex:”Aiutiamoci a casa loro”.

Non si tratta qui del problema dell’accoglienza dei singoli migranti, che è opera in sé umana e giusta. Si tratta, invece, del macro fenomeno dell’immigrazione che è promossa strutturalmente dal capitale e difesa sovrastrutturalmente dalle sinistre. Il capitale ha bisogno dell’immigrazione per distruggere i diritti sociali e la residua forza organizzativa dei lavoratori. Il capitale mira a renderci tutti come migranti, senza diritti, senza lingua, senza coscienza oppositiva. L’immigrazione è uno strumento della lotta di classe, è lo strumento con cui il capitale uccide diritti sociali e abbassa il costo del lavoro. Chi critica il capitale senza criticare il fenomeno dell’immigrazione è un fesso; proprio come chi critica il fenomeno dell’immigrazione senza criticare il capitale“. (Diego Fusaro)

elasticità in uscita

Il Jobs Act riceve l’apprezzamento della Germania.
Flex:”Tanto che potrebbe essere copiato dalla Cina”.

Ogni giorno esistono centinaia di esseri umani che, abbindolati dai mezzi di comunicazione, darebbero persino la vita per gli stessi uomini che li sfruttano da generazioni. Io dico: è giusto così. Che questi cagnolini fedeli privi di alcun senso critico, braccio inconsapevole della classe dominante siano in prima fila nella crociata contro l’evoluzione dell’uomo! Saranno i primi a lasciare la faccia della terra. (Friedrich Engels, Anti-Dühring, 1878)

Marzo 2015…
Mattarella:”L’Italia si appresta ad uscire dalla crisi”.
Poletti:”Boom di contratti a tempo indeterminato”.
Renzi:”+38% di contratti a tempo indeterminato”.

Istat:”A febbraio la disoccupazione torna a salire. +12, 7%”.
Flex:”Tutto merito del contratto a licenziamento crescente”.
Jovanotti:”L’Europa è il mio progetto. Sono per la moneta unica”.
Flex:”Ciao mamma guarda come mi diverte…. mandare pacificamente affanculo sto deficiente nel fogno europeo”.

D€pendance

La Merkel a Firenze…
Flex:”visita le Colonie. Uffizialmente incontro cordiale tra il capo del governo italiano e l’ex sindaco di Firenze..
La mi porti un culone a Firenze…

Merkel:”Ora gli imprenditori tedeschi mi dicono che si può investire in Italia”.
Flex:”E’ gratis”.

La prima funzione della disoccupazione (che è sempre esistita in forme aperte o nascoste) è quella di mantenere l’autorità del padrone sul lavoratore comune. Il padrone è normalmente in potere di dire:”Se non vuoi il lavoro, ci sono molti altri che lo vogliono“. (Joan Robinson, anno 1943)

Flex”La Venere di Botticella”.

by