Archivi tag: intellettuale dissidente

la buona schiavitù

Silenzio, pure Agnese.

“Censis, Italia bloccata. Giovani più poveri dei loro nonni”.
Allo studio il “GRANDFATHER ACT” per mettere entrambi nella stessa condizione di povertà. Il governo vuole intervenire immediatamente, anche abolendo il Censis. (Flex)

La buona schiavitù
La maggioranza guidata da Renzi si conferma fedele esecutrice dei voleri della finanza e del grande capitale. La “Buona Scuola” si rivelerà presto ottima per le imprese che potranno assoldare schiere di giovani studenti-lavoratori senza doverli pagare. Questo è lo scopo non dichiarato della “connessione col mondo del lavoro”. Ma ve n’è un altro, meno visibile ma più insidioso: la reintroduzione di forme schiavistiche e servili, la rimozione totale di ogni barlume di coscienza sociale e la “normalizzazione” dello sfruttamento capitalistico neoliberale“. (Matteo Volpe, Intellettuale Dissidente)

TRA GENERAZIONI

FacebookTwitterGoogle+Condividi

fùturismo

Confindustria: “Se vince il NO il paese si ferma”. E non può essere delocalizzato.

Renzi: “Non sono affatto interessato al mio futuro”. Ce l’ha proprio col nostro. (Flex)

Secondo il Financial Times in caso di vittoria del NO:
Dimissioni di Renzi.
Uscita dell’Italia dall’euro.
Uscita della Francia dall’Ue.
Collasso dell’Eurozona.
Bancarotta delle principali banche europee.
Fine dell’Unione europea.
Sì, d’accordo, è importante votare NO, ma adesso non esageriamo con l’ottimismo. (Matteo Volpe)

riforme