Archivi tag: john kenneth gaibraith

Sovr’ani

La maggior parte dei sudditi crede di essere tale perché il re è il Re, non si rende conto in realtà che il re è il Re perché essi sono sudditi“. (Karl Marx)

Flex:”oggi il re è per lo più nascosto ai sudditi dai vassalli della politica, elevati a governatori in cambio di un giuramento di obbedienza e fedeltà ai dogmi neoliberali e socialdemocratici”.

Per la gente comune i deficit del bilancio pubblico, nonostante la loro cattiva reputazione, sono molto meglio dei prestiti privati. I deficit mettono i soldi nelle tasche dei privati. I privati ottengono più soldi. Entrano in possesso di denaro pulito e possono spenderlo come vogliono. Se lo desiderano possono anche convertirlo in titoli di stato fruttiferi oppure possono decidere di rimborsare i loro debiti. Questo è ciò che si intende con aumento della “ricchezza finanziaria netta.” La gente comune ne trae beneficio, non le banche“.

(J.K. Gailbraith)

Siamo in mezzo ad una battaglia ideologica nella quale si continuano a ripetere slogan senza senso da parte di entità politiche e organi di informazione che sono espressioni dirette degli interessi finanziari che ci hanno messo in crisi e che ce l’hanno con lo Stato perchè lo Stato in una società socialdemocratica europea normalmente svolge un ruolo di intermediazione del risparmio, per esempio attraverso il sistema pensionistico, quindi maneggia dei soldi che il settore privato vorrebbe per sé, e poi perché lo Stato detta le regole, e sono cose che il sistema finanziario non vuole. Quindi è ovvio che poi la colpa venga data allo Stato“.

(Alberto Bagnai)

FacebookTwitterGoogle+Condividi