Archivi tag: juncker

goal e punizioni…

La Tecnocrazia Cristiana…

Renzi:”A Bruxelles non vado col cappello in mano”. Infatti si dice ‘con le pezze al culo’.
…e ancora: “L’Italia in Europa sta segnando dei goal”. Ha detto il pallonaro gonfiato.
Juncker:”Non siamo tecnocrati“. Ma figli di Troika. (Flex)

La linea programmatica UE della solidarietà: “Imene frego”…

l’Italia non può più dire, e se lo si vuole dire lo può fare, ma me ne frego, che le politiche di austerità sarebbero state continuate da questa Commissione come erano state messe in atto in precedenza”l’Italia “non può più dire, e se lo si vuole dire lo può fare, ma me ne frego, che le politiche di austerità sarebbero state continuate da questa Commissione come erano state messe in atto in precedenza“. (Juncker, presidente commissione europea)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Referenzum

“Il premier Renzi fa sentire la sua voce in Europa”. E’ quella di bufala. (Flex)

“Juncker e Renzi litigano”. Tranquilli è colpa di chi muove i fili. (Flex)

Juncker:”Se salta Schengen, salta l’euro”. Danke Schengen! (Flex)

Renzi: “Se perdo il referendum su riforme lascio la politica”. E stiamo ancora aspettando quell’altro che aveva detto di andare in Africa. (Flex)

Contrariamente a quanto si vuol far credere, le decisioni economiche rilevanti non sono il risultato dell’azione non concordata delle innumerevoli unità economiche operanti sul mercato, ma del consapevole operato di ristretti gruppi strategici in grado di limitare l’offerta ed influire sulla domanda, orientandola a loro piacimento.” (Federico Caffè)

EUschwitz

Juncker (UE):”Senza riforme conseguenze spiacevoli”…
Flex:”si passerà dal governo politico figlio di Troika al governo tecnico della Porca Troika”.

“…Io non ho denaro fresco, lo dico a romani e parigini, a cui tutto questo non basta”.
Flex:”Ah ok, ma noi accettiamo anche i buoni pasto!”.

E infine rivolto alla Grecia:”Potrebbero crearsi nuovi problemi se i greci voteranno in modo sbagliato”.
Flex:”La nuova riforma elettorale ancora non ha previsto l’abolizione delle elezioni”.

L’accumulazione che queste misure determinano non è un accrescimento di ricchezza nazionale, ma è spoliazione di una classe a favore di un’altra, e cioè delle classi lavoratrici e medie a favore della plutocrazia. Il disegno di favorire la plutocrazia appare sfacciatamente nel progetto di legalizzare nel nuovo codice di commercio il regime delle azioni privilegiate; un piccolo pugno di finanzieri viene, in questo modo, posto in condizioni di poter disporre senza controllo di ingenti masse di risparmio provenienti dalla media e piccola borghesia e queste categorie sono espropriate del diritto di disporre della loro ricchezza“.

[Antonio Gramsci, “Tesi di Lione”]

Pawel Kuczynski

Non sempre dal letame nascono fiori

Commissione Europea, Juncker nomina la squadra di governo.
Flex:”Le guardie della finanza, i membri delle speculazioni unite. Con contorno di punizioni naziste.
Va pensiero sulle Albe Dorate“.

Nella squadra indicata da Juncker anche la belga Thyssen al lavoro.
Flex:”Per i lavoratori si preannuncia un autunno bollente”.

Vedete, vorrei che vi fosse chiaro un assioma, e lo chiamo tale non per nulla. L’economia è tutto, perché semplicemente fornisce i mezzi agli umani per vivere, curarsi, amarsi, proliferare, proteggersi, acculturarsi, morire decentemente. È tutto. Chi è scettico provi a pensare come si può amare i propri figli o una moglie se si lavora da schiavo 12 ore al giorno, emigrato, e magari a 50 si muore di asbestosi perché i tuoi superiori ti costringevano a non tutelarti. Estremizzo? No, no. Migliaia di italiani solo cinquant’anni fa fecero questa fine. Senza parlare del Terzo Mondo. Se l’economia sbaglia – o se viene fatta sbagliare per profitto di un nugulo di speculatori – accadono disastri umani indicibili a milioni di persone vere, sofferenze vere, morti veri. Fate una salto in Grecia in queste settimane. Ma anche nelle case di tante famiglie italiane, o in quelle dove un piccolo imprenditore si è impiccato dietro al suo capannone dopo il centesimo no di una banca. Pensate al destino di milioni di bambini la cui vita sarà storpiata in partenza dall’impossibilità di avere mezzi culturali e finanziari, che altrimenti ci sarebbero stati“.

(Alain Parguez, “Dallo Stato Sociale allo Stato Predatore“)

New World Order

Junker:”Non prenderò ordini dagli Stati”.
Flex:”ma solo dalla Federazione Medioevale degli Ordini dei Banchieri”.

Lo sapevamo già. Prendete ordini solo dalle banche. L’Unione Europea di cui sei a capo, non serve forse a questo? Appunto, l’Unione Europea è il trionfo dell’economia spoliticizzata. Ciò è reso possibile neutralizzando la forza degli Stati sovrani. La politica diventa, così, continuazione dell’economia con altri mezzi“.

(Diego Fusaro)