Archivi tag: minsky

Love is in the air?

Air France, licenziamenti (2.900 esuberi): manager scappa a torso nudo.
Flex:”per aver lasciato i lavoratori in mutande…
Anche i manager italiani sono a torso nudo, ma su una spiaggia alle Maldive”.

Airfrance, i sindacati chiedono la ripresa delle trattative.
Flex:”Vestitevi comodi”.

il problema politico è creare una strategia di piena occupazione che non provochi instabilità, inflazione e sottoccupazione. lo strumento principale di tale strategia è la creazione di una domanda infinitamente elastica per la forza lavoro ad un salario minimo, che non dipenda dalle aspettative di profitto di lungo e breve periodo del business. Dato che i governi possono offrire occupazione a prescindere dalla profittabilità dei lavoratori assunti, questa domanda infinitamente elastica di forza lavoro deve essere creata dallo stato“. (HYMAN P. MINSKY, anno 1986)

Il pranzo domenicale e il debito pubblico spiegato ai miei genitori (ex dipendenti pubblici in pensione): “Guardatevi attorno, osservate questa casa, queste pareti, questo tavolo, queste posate, questi piatti e quello che c’è dentro: ECCO QUESTO E’ DEBITO PUBBLICO! Ora: vi sembra di aver vissuto al di sopra dei vostri mezzi?” (Lorenzo D’Onofrio, ARS)

Flex:”a mio padre l’ho convinto, lui ha capito perfettamente, poi però basta lasciarlo cinque giorni davanti alla TV e stiamo punto e daccapo… gli dirò che anche la TV è debito pubblico, così può darsi che sia la volta buona per spegnerla definitivamente”.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

The Illusionist

Renzi:”Lavoriamo per una ripresa col botto a settembre”.
Flex:”E ti credo, con tutti questi venti di guerra che soffiano!”.

Hollande:”La ripresa c’è ma non si vede”.
Flex:”Come la nebbia a Milano.

Ripresa coi botti, anche la Merkel mangia fagioli… Guida la ripresa la produzione di disoccupati“.

L’enfasi sull’investimento e sulla ‘crescita economica’, piuttosto che sulle politiche occupazionali, è un errore. Un’economia di pieno impiego è destinata ad espandersi, mentre un’economia che punti ad accelerare la crescita attraverso gli investimenti privati a elevata intensità di capitale non solo potrebbe non crescere, ma potrebbe essere sempre più iniqua nella distribuzione del reddito, inefficiente nella scelte delle tecniche, e instabile nel suo generale andamento”.

(Himan Minsky)

Conti senza oste

Padoan:”Priorità crescita e occupazione”.
Flex:”e su questo è stato ‘tassativo’. Padoan, si sa, farà un ottimo brodo! Poi ha aggiunto: ‘tutti i cretesi sono bugiardi, io sono cretese’.

“I conti italiani tra i più sostenibili”.
Flex:”perchè garantiti dai conti correnti di lavoratori e disoccupati.
E dalla svendita di quote Enel, Eni, En, E, …!
Ops,
giro la ruota e compro una vocale!
Oltre ai conti pretendono sostenibilità anche i savoia, i baroni, i principi, neoagrari, i rentiers e speculatori finanziari”.

Affinché aumenti la domanda aggregata in termini reali è necessario che la somma delle spese pianificate in tutti i settori superi i redditi correnti ricevuti“.

(Himam Minsky, anno 1963)

Intanto in Germania cala l’indice della produzione industriale (-1,8% a maggio)
Flex:”In compenso si alza il dito medio sulle concessioni“.