Archivi tag: occupabilità

prex precis

Poletti vede milioni di posti di lavoro… ed è pronto a salutarli quando partono. (Flex)

L’espressione precariato con cui si categorizzano i neo laboratores nei rapporti contrattuali dell’odierno capitalesimo rimanda esplicitamente alla parola della preghiera: prex precis, da cui precario: colui che per lavorare dipende dalla volontà di chi gli dà il posto di lavoro, per conservare o ottenere il quale deve continuamente porsi in posizione orante rispetto al profittatore datore di stage. E da qui Flex. l’uomo flessibile, il precario a tempo indeterminato full time e part time. Flex con la testolina intercambiabile, adatta ad ogni tipo di superficie lavorabile. Ora et labora gratis! (Flex Fusaro)

giornatapoesia-rid

FacebookTwitterGoogle+Condividi