Archivi tag: PD

riforme al verde…

Pd::”Mai così tante riforme dal ’48”,
Flex:”Anno dello Statuto Albertino”.

Prevista la liquidazione delle società partecipate in rosso.
Flex:”Un colore che Renzi vuole eliminare del tutto, sostituito dal colore verde dei capitali privati”.

I diritti di natura economica, quelli che più interessavano la borghesia, esprimevano “l’esigenza che lo Stato si astenesse dall’intervenire nell’economia e che quindi lasciasse fare ai privati” (Statuto Albertino)
Flex:”Liberismo economico… Adam Smith e la “mano invisibile”.

D’Alema intanto avvisa Renzi: ‘Il tuo governo cadrà…”.
Flex:”addosso a noi, come ogni terremoto politico calato dall’alto”.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Festa dell’Unità

Lagarde (FMI)”Le istituzioni devono persuadere i cittadini che le assunzioni a tempo indeterminato non ci saranno più”
Filippo Taddei (resp. economico PD): “Dobbiamo abituare la gente che le assunzioni a tempo indeterminato saranno molte di meno, i tempi di lavoro più lunghi…”.
Flex:”Festa dell’Unità d’intenti con FMI e Confindustria”.

Lagarde (FMI):”Per uscire dalla crisi gli italiani devono cambiare mentalità…”.
Filippo Taddei (resp. economico PD):”L’intero mercato è destinato a cambiare e con esso anche gli italiani dovranno cambiare la mentalità…”.
Flex:”oltre che nazione. Non si fa il precario così, alla cazzo!
Sfondo Monetario al servizio di debitori flessibili a tempo indeterminato”.

L’Euro fu creato per imporre austerità, lo smantellamento degli Stati, il dominio della finanza. Esso è, come scrissi, un esperimento di laboratorio che ha una sua logica. La signora Merkel e il signor Hollande hanno chiaro che il signor Varoufakis è l’unico a credere che l’Euro sia stato costruito per il popolo. Il vostro Compagno“. (Alain Parguez, 13.02.2015)

C’era una volta l’Unità…
Unità gennaio 1928

FMI:”Ci vorranno almeno vent’anni per recuperare i livelli di occupazione precedenti al 2008″. (luglio 2015)
FMI:”La riprese è nell’aria”. (aprile 2013)
Flex:”Privatizziamola”.

Oli garchie

Flex:”Oli garchie… l’europa dei mercati sta all’olio di palma come l’europa nazista sta all’olio di ricino e come l’altra europa piddiota sta all’olio di vaselina”.

Quindi la parola democrazia oggi è stata quasi completamente svuotata del suo significato originario, che è invece il controllo collettivo e comunitario del popolo sulla sua riproduzione economica. Se la riproduzione economica dei popoli è espropriata dalla volontà dei popoli stessi, a questo punto la democrazia non esiste più, è soltanto un simulacro. E’ per questo che oggi la parola democrazia ha significato soltanto se è contrapposta alle oligarchie economiche; se invece viene concepita come appoggio alle oligarchie economiche perde ogni significato“. (C. Preve)

Unione Europea

miscellanea

Renzi: «L’Italia non è il paese dei balocchi». 
Flex:”Da noi governano i burattini”.

Fassina:”Lascio il PD per un nuovo percorso”.
Flex:”si crede Tomtom”

Ignazio Marino:”La destra torni nelle fogne”. 
Flex:”che le carogne del PD si sentono soli”.

Se il deficit di bilancio non è sufficiente, allora il reddito nazionale cadrà e la piena occupazione sarà persa“.
(Bill Mitchell, by CSEPI)

Salvini:”Vorrei essere ungherese”.
Flex:”un salame”.

Salvini esiste solo grazie a Fassina, Civati, Cofferati, Landini, ilmanifesto, Tsipras e Ferrero… e poi mi parlano di sinistra… (Lorenzo D’Onofrio)

pdocchio

“Si intravede la via d’uscita dalla crisi”.
Flex:”Ma è una porta girevole”.

“Come ha notato eufemisticamente Eugenio Scalfari siamo a una democrazia che affida il potere all’esecutivo. Che è ciò che normalmente avviene in ogni dittatura“. (Giorgio Cremaschi)

I prezzi salgono, Italia fuori dalla deflazione. /Secolo XIX)
Flex:”Macroeconomia romanzesca”,

Nessun partito oggi si chiama fascista o partito anti-lavoratori: si chiamano tutti socialdemocrazia“. (Michael Hudson, 1° Summit di Rimini, febbraio 2012)

manifestopi

eventi merce

Il Giubileo 2015 sarà finanziato dall’Irpef. 
Flex:”Come previsto dai Party Lateranensi”.

Tra meno di un mese inizia l’Expo.
Flex:”Forti sconti per anziani, disabili e iscritti al PD”.

Il mercato trasforma i membri della società in consumatori individuali. Ciò allenta la pressione sulla legittimazione sistemica, nel momento in cui l’irrazionalità del sistema é affrontata mediante un consumo individuale accresciuto. In tal modo si spostano le tensioni legate all’assenza di un piano nazionale globale. Anziché generare la pressione necessaria su una riappropriazione discorsiva dei valori e degli scopi razionali della società moderna, esse si traducono in una spinta a intensificare il consumo privato e l’offerta di merci che quest’ultimo richiede. Il moderno progetto individuale é stato subordinato e sussunto dalla libera scelta del consumatore definita dal mercato e orientata verso il mercato“. (Z. Bauman)

€l Chi

d36fb-el-chi-1

Renzi:”Il Jobs act è la cosa più di sinistra che ho fatto”. 
Flex:”Il tiro ManCina. La prossima sarà l’approvazione delle leggi razziali”.

Renzi :”Gli imprenditori devono avere il diritto di poter licenziare”.
Flex:”A differenza degli elettori (lavoratori)”.

Le dittature si presentano apparentemente più ordinate, nessun clamore si leva da esse. Ma è l’ordine delle galere e il silenzio dei cimiteri. (Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1979)

becchini

“Monti in Italia fu un colpo di Stato”. (Zapatero, marzo 2015)
Flex:”Landini, il Piddì e il M5stelle erano a festeggiare con caroselli spontanei e colpi di sonno”.

Presidente, se l’Italia verrà consegnata dal golpe finanziario in atto contro di noi, e da elettori sconsiderati e ignoranti, nelle mani del Partito Democratico, per noi sarà la fine. Sarà l’entrata trionfale a Roma dei carnefici del Neoliberismo più impietoso, sarà la calata della Shock Therapy su un popolo ignaro, cioè il saccheggio del bene comune più scientificamente organizzato di ogni tempo, quello che nell’Est europeo ha già mietuto più di 40 milioni di vite in due decadi, senza contare le sofferenze sociali inenarrabili che porta con sé. I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice si chiama Giorgio Napolitano“. (Paolo Barnard, 8 nov. 2012)

omino bianco

Renzi:”Serve uno Stato di Pulizia”. Etnica
Flex:”Comprerà le bombe al cloro dall’ISIS”.

Madia:”Lo Stato licenzierà i dirigenti inadeguati”,
Flex:”Rimarranno solo le usciere e gli uscieri dell’€urotower”.

Renzi€:”la crisi è a alle stalle. L’Italia è ripartita”. 
Flex:”Grazie ad un beeee! Noi siamo Figli delle Stalle…”.

Il neoliberismo oggi dominante è un’aquila a doppia apertura alare: la “destra del denaro” detta le leggi strutturali, la “sinistra del costume” fornisce le sovrastrutture che le giustificano sul piano simbolico. Così, se la “destra del denaro” decide che occorre abbattere le frontiere in nome dell’unico mercato planetario, della delocalizzazione del lavoro e della volatilizzazione dei capitali, la “sinistra del costume” tesse le lodi della globalizzazione come regno dei viaggi low cost, della deterritorializzazione, del nomadismo e dell’assenza di norme fisse; se la “destra del denaro” stabilisce che il lavoro deve essere precario, in modo da rimuovere diritti e garanzie, la “sinistra del costume” giustificherà ciò tramite la diffamazione della stabilità borghese e della monotonia lavorativa; ancora, se la “destra del denaro” decide che la famiglia deve essere rimossa in nome della creazione dell’atomistica delle solitudini consumatrici, la “sinistra del costume” giustifica ciò tramite la delegittimazione della famiglia come forma borghese degna di essere abbandonata. (Diego Fusaro)