Archivi tag: pdl

Inciucio che viene…

Quei giorni perduti a rincorrer consenso
a chiedere primarie e due euro di provento
fra un mese fra un anno
scordati li avrai
piddino che vieni… piddiota che vai.

E tu che con gli occhi così pieni d’ardore
ripeti gli stessi “vaffanculo di cuore”
fra un mese fra un anno
trombati li avrai
nickname che vieni… senza password resterai.

Ardente passione è la Costituzionale
nei divaghi d’agosto o proprio sotto Natale
ci si finge più buoni,
si giura fedeltà
inciucio che vieni… democrazia che va.

(Fiore Ranauro, in arte Flex)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Venezia doget

PD, Mose annega nelle tangenti….
Flex:”Venezia, acqua alta governo ladro. Dal milione di Polo ai milioni dei due Poli.
Il M5Stelle ne approfitta:”W il Doge”.

Notizia fresca di giornata, di per sé non molto filosofica: hanno arrestato stamattina il sindaco di Venezia per tangenti. Nihil novi sub sole, si dirà. Alcuni organi di (dis)informazione si sono, tuttavia, “scordati” di precisare il partito di provenienza del sindaco di Venezia: è il partito che alle europee ha vinto con il 40 %, il partito che ha fatto della lotta contro l’immoralità e l’illegalità berlusconiane la propria bandiera, il partito degli onesti e dei giusti contro il popolaccio corrotto e contro i populisti. E’ il partito che ha fatto del legalismo il proprio simbolo identitario e che ora, una volta dio più, rivela tutta la propria “vuota profondità” (Hegel) in quest’ultima vicenda“.

(Diego Fusaro, filosofo)

Se non si affronta lo snodo della politica economica la questione etica, la questione morale, tanto per fare un esempio, rimangono appese per aria, rimangono semplicemente l’anelito di “anime belle” ma poi, in realtà, non possono essere portate avanti“.

(Emiliano Brancaccio)

Flex:”e poi ditemi se non aveva visto lungo il mio amico Parguez.
La corruzione dei governi è sempre esistita, ma più si pongono restrizioni sulla sovranità, più aumenta la corruzione. Il risultato finale dell’attività di enti come FMI e UE mira a trasferire il potere dallo Stato a monopoli privati o cartelli“. (Alain Parguez)