Archivi tag: sandro pertini

danke schengen!

“Faccia a faccia Renzi Merkel a Berlino“. Poi hanno smesso di darsi le spalle. (Flex)

Renzi:”L’Italia non è più un problema dell’Europa”. Ma del mondo ormai. (Flex)

La Merkel ha elogiato il Jobs Act: “Bello che ci teniate tanto a ricordare la Shoah”. (Flex)

Ormai a tutti è noto che l’Unione Europea e gli organismi derivanti dal Piano Marshall non sono l’espressione spontanea della volontà e delle esigenze dei popoli europei, bensì sono stati artificiosamente creati con lo scopo politico di fare d’un gruppo di nazioni europee uno schieramento in funzione antisovietica, e con lo scopo economico di fare dell’Europa Occidentale un campo di sfruttamento della finanza americana“. (Sandro Pertini, anno 1949)

renzi e merkel

FacebookTwitterGoogle+Condividi

memor…

“Oggi è la giornata della memoria”. Quindi chiavi, cellulare, portafoglio ed ebrei. (Flex)

Mattarella:”Auschwitz ci fa guardare nell’abisso”. E ci si urla dentro per sentire l’eco. (Flex)

“Ormai a tutti è noto che l’Unione Europea e gli organismi derivanti dal Piano Marshall non sono l’espressione spontanea della volontà e delle esigenze dei popoli europei, bensì sono stati artificiosamente creati con lo scopo politico di fare d’un gruppo di nazioni europee uno schieramento in funzione antisovietica, e con lo scopo economico di fare dell’Europa Occidentale un campo di sfruttamento della finanza americana“. (Sandro Pertini, anno 1949)

“Danimarca, è legge la confisca dei beni ai migranti”.
La giornata della Memoria ha aiutato la Danimarca a ricordare come poter confiscare beni alle minoranze etniche. (Flex)

GIORNATA MEMORIA

€l Chi

d36fb-el-chi-1

Renzi:”Il Jobs act è la cosa più di sinistra che ho fatto”. 
Flex:”Il tiro ManCina. La prossima sarà l’approvazione delle leggi razziali”.

Renzi :”Gli imprenditori devono avere il diritto di poter licenziare”.
Flex:”A differenza degli elettori (lavoratori)”.

Le dittature si presentano apparentemente più ordinate, nessun clamore si leva da esse. Ma è l’ordine delle galere e il silenzio dei cimiteri. (Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1979)

Il Tribùlatore

Briatore:”Serve un dittatore a termine“.
Flex:”Un Co.co.coglione”.

Alla più perfetta delle dittature preferirò sempre la più imperfetta delle democrazie.
Le dittature si presentano apparentemente più ordinate, nessun clamore si leva da esse. Ma è l’ordine delle galere e il silenzio dei cimiteri
“.

(Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1979)