Archivi tag: satira

Crozza e vongole

I dipendenti pubblici vanno in malattia quattro volte di più dei privati. Che negli uffici pubblici ci sono più spifferi?” (Maurizio Crozza)

Flex:”Crozza lo “spifferatore”, il peccato prima del peccatore.
Il giullare di corte ben pagato per alimentare liberamente con le risate il conflitto pubblico (fannullone e parassita) – privato (bello, laborioso, sfruttato) e l’odio profondo per il Politico (inetto e affarista a prescindere) da sostituire sempre con Più Mercato e Più Tecnocrazia (antipolitica) e Più Dittatura Finanziaria, tra i principali mali del nostro secolo, modello economico su cui politica, informazione, intellettuali, vip dello spettacolo, pubblico e privato sono in maggioranza assoluta servilmente allineati e corrotti”.

Il peccato, ben prima del peccatore. Cercherò di conseguenza di non cadere nell’inganno e dirò per prima cosa che Maurizio Crozza possiede un robusto talento ed è animato dalle migliori intenzioni. Roberto Benigni possiede un grande talento ed è animato da buone intenzioni. Vauro possedeva un discreto talento, a volte riesce a riacciuffarlo per i capelli, è molto permaloso (simile a certi uomini di potere ha la querela facile verso chi, attaccato con vigore in una sua vignetta, rimanda l’accusa al mittente) e sembra animato dalle buone intenzioni di una tradizione che fatica a riportare viva sulla carta da disegno. Dario Fo possedeva grandi intuizioni e ora prova in modo forse ancor più faticoso (e nebuloso) a declinarle contro un re (e un vescovo, un sacrista, un sciur) i quali – negli ultimi trent’anni – hanno prestato una parte del loro immaginario proprio ai giullari che avrebbero dovuto smutandarli. Tutti animati da capacità non comuni e buone intenzioni, e tuttavia nessuno (Crozza, Fo, Benigni, Vauro e così via) davvero in grado di turbare il potere oltre la singola persona che occasionalmente lo incarna, e questo perché il loro linguaggio non lascia immaginare mondi altri da quello che il potere stesso fabbrica proprio sotto i nostri piedi per perpetuarsi“.

(Nicola La Gioia)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Inciucio che viene…

Quei giorni perduti a rincorrer consenso
a chiedere primarie e due euro di provento
fra un mese fra un anno
scordati li avrai
piddino che vieni… piddiota che vai.

E tu che con gli occhi così pieni d’ardore
ripeti gli stessi “vaffanculo di cuore”
fra un mese fra un anno
trombati li avrai
nickname che vieni… senza password resterai.

Ardente passione è la Costituzionale
nei divaghi d’agosto o proprio sotto Natale
ci si finge più buoni,
si giura fedeltà
inciucio che vieni… democrazia che va.

(Fiore Ranauro, in arte Flex)

Avanti Troika

Avanti Troika alla riscossa
ai lavoratori spacchiam le ossa.
Avanti Troika alla riscossa
il sangue blu la trionferà.

Il sangue blu la trionferà
il sangue blu la trionferà
il sangue blu la trionferààà
Evviva il capitalismo e la libertà!

Sarete felici, sarete contenti
di paghe da fame e salari da stenti.
Il sindacato l’è cooptato
Chi ha avut’ avut’, chi è Stato è Stato!

La precarietà la trionferà
la precarietà la trionferà
la precarietà la trionferààà
Evviva i commissari multi nazional!

Avanti Troika, tuona il Loggione
devastazione, devastazione.
Avanti Troika canta il Dragone
depredazione vogliamo far.

Deregulation noi vogliamo far
Delocalization noi vogliamo far
Depredazione noi vogliamo far
evviva Monsieur Le Capital!

Dai campi al mare senza frontiere
Oh che mal di schiene, che mal di schiene.
Dai campi al mare senza frontiere
Il mal di schiena v’artrosizzerà.

Il mal di schiena v’artrosizzerà
il mal di schiena v’artrosizzerà
il mal di schiena v’artrosizzerà
Evviva Tirocinia e la DeutchGermà.

Mai più confini, non più barriere
il nostro forziere senza bandiere.
oh flexibilizzato alla percossa
il Laissez Faire la trionferà
il Laissez Faire la trionferà
il Laissez Faire la trionferà
il Laissez Faire la trionferààà.
Evviva i Mercati delle Libertà.

Avanti Troika tuona il Dragone
devastazione, devastazione.
avanti Troika tuona il Loggione
devastazione vogliamo far.

(Fiore Ranauro, in arte Flex)